Ebbrezza record, la Polstrada ritira tre patenti nel weekend

Un camionista ucraino 37enne fermato sull’A5 con 3,28 grammi per litro. Negli altri due casi, "pizzicati" un 53enne che guidava un carro attrezzi a Quincinetto (2,13 g/l) e un 52enne a Chambave (2,07 g/l).
Un controllo della Polizia stradale.
Cronaca

Tre patenti revocate per guida in stato d’ebrezza, in ognuno dei casi con tassi di alcolemia “record”. È il bilancio dei controlli effettuati nel fine settimana dalla Sezione di Aosta della Polizia stradale. Il caso più eclatante riguarda un cittadino ucraino, 37enne, che era alla guida di un mezzo pesante sull’A5.

La pattuglia lo ha intercettato a Verrès, dopo le segnalazioni di altri automobilisti che il camion procedeva sbandando. Al test con l’etilometro, l’uomo è risultato avere un tasso di alcool nel sangue pari a 3,28 grammi per litro. Sulla base dell’esito, la sua patente è stata immediatamente ritirata.

In un altro caso, gli agenti sono intervenuti a Quincinetto ed hanno sanzionato un 53enne conducente di un carro attrezzi rimasto coinvolto in un incidente stradale. La sua alcolemia era di 2,13 grammi per litro e, oltre al ritiro della patente, il mezzo è stato sequestrato per la successiva confisca.

Per concludere, a Chambave, una pattuglia della Polstrada ha “pizzicato” – nell’ambito di una serie di controlli programmati – un 52enne al volante con 2,07 grammi di alcol per litro di sangue. Anche in questo caso, la patente è rimasta nelle mani dei poliziotti e il mezzo di cui era alla guida è stato sottoposto a sequestro.

Di recente, la Polizia stradale ha anche concluso le indagini su un incidente stradale risalente allo scorso dicembre, denunciando un 54enne per guida in stato di ebbrezza alcoolica e per fuga ed omissione di soccorso. L’uomo, che nell’imminenza del sinistro era fuggito, è stato rintracciato poco dopo dai controlli è emerso che guidasse con la patente revocata e presentasse un tasso alcolemico di 2,43 grammi per litro. Solo per essersi messo al volante senza la patente rischia una sanzione fino a 30.660 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte