Fissata a novembre l’udienza preliminare a carico del sindaco di Challand-Saint- Anselme

Il 27 novembre è stata fissata l'udienza preliminare a carico di Graziano Grosjacques, sindaco di Challand-Saint-Anselme accusato di turbativa d'asta. L'inchiesta delle Fiamme gialle era partita nel settembre del 2007.
Il parco giochi di Challand - Saint - Anselme
Cronaca
E' stata fissata per il 27 novembre l'udienza preliminare a carico di Graziano Grosjacques, sindaco di Challand-Saint-Anselme, difeso dall'avvocato Gianni Maria Saracco, accusato di turbativa d'asta. Assieme a lui, davanti al gup di Aosta Paolo De Paola, compariranno, Claudio Ferrari, di 38 anni di Perloz, (avvocato Corrado Bellora); Giuseppe Gianoglio, di 38 anni di Pont-Saint-Martin (avvocato Massimo Campanale); Elio Jacquin, di 55 anni di Issogne, (avvocato Federica Parra) e Alessandro Savio, di 44 anni di Valperga (avvocato Claudio D'Alessandro). Per tutti l'accusa è di turbativa d'asta. Savio è anche accusato di corruzione.

L’inchiesta era partita nel settembre del 2007, quando le fiamme gialle della tenenza del Gran San Bernardo, durante alcuni accertamenti, si sono insospettiti proprio per il numero degli appalti e per il fatto che erano sempre vinti dalla stessa ditta. Sei gare d'appalto, per un totale di oltre 150 mila euro, che secondo l'accusa sono state truccate.

Nell'inchiesta erano finiti anche, Fabrizio Pilatone, 45 anni, ex segretario comunale di Challand-Saint-Anselme e Bobo Pernettaz, di Aosta, che a luglio dello scorso anno hanno chiuso il loro debito con la giustizia patteggiando. Pilatone ha patteggiato 13 mesi, mentre Pernettaz 8 mesi.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte