Furti ai clienti dei supermercati, tre arresti

Si tratta di due peruviani e di una donna ecuadoregna, di età tra i 24 e i 35 anni. Secondo la ricostruzione della Polizia, alimentata anche da segnalazioni raccolte dai Carabinieri, sono entrati in azione a Pont-Saint-Martin, Châtillon e Sarre.
Market spesa supermarket supermercato
Cronaca

Hanno preso di mira, derubandoli, i clienti di supermercati della stessa catena, in tre località diverse della Valle. E’ stata proprio la “serialità” nell’agire a far finire in manette ieri, martedì 9 novembre, due cittadini peruviani e una donna ecuadoregna, di età tra i 24 e i 35 anni, ora accusati di furto pluriaggravato continuato e utilizzo indebito di carta di credito. Due degli arrestati – a procedere sono stati gli agenti della Squadra Volante – risultano risiedere a Torino, mentre la terza è titolare di un permesso di soggiorno a Siviglia.

I primi furti – dei quattro che vengono complessivamente contestati ai fermati – vengono segnalati in bassa Valle, al supermercato di Pont-Saint-Martin, nel parcheggio. La dinamica si ripete identica, com’è d’uso in un copione collaudato, in tutti i casi. Uno dei tre distrae la vittima mentre colloca la spesa all’interno del proprio veicolo (“guardi, le sono cadute delle monete…”) e i complici sottraggono la borsa ed altri effetti personali dall’abitacolo.

Sul posto intervengono i Carabinieri, che ricevono dai derubati l’indicazione del modello del veicolo (una Jeep Renegade bianca) usata dai malfattori per allontanarsi. La “banda” colpisce nuovamente a Châtillon e, a Sarre, un passante nota la scena ripetersi, sempre nel parcheggio del supermercato della medesima catena. Le Volanti si mettono sulle tracce del mezzo e, successivamente, riescono a fermarlo, rinvenendo all’interno la refurtiva dell’ultimo furto perpetrato.

La condivisione delle informazioni ricevute da Carabinieri e Polizia, con l’ausilio della sezione Reati contro il patrimonio della Squadra Mobile, consente all’Ufficio Volanti di ricostruire l’intero “film” delittuoso ed arrestare i tre stranieri. L’accusa di indebito utilizzo di carta di credito è riferita al fatto che, con una carta automatica sottratta a una delle vittime, è stato effettuato in giornata un prelievo da 250 euro.

I tre si trovano ora nei carceri di Brissogne e Torino, in attesa dell’udienza. Il pm Manlio D’Ambrosi ha richiesto al Gip la convalida degli arresti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca