Furti in locali di Aosta, denunciato un 44enne

Conclusi gli accertamenti della Squadra Mobile sugli episodi della notte dello scorso 30 dicembre. All’uomo viene contestato il furto aggravato continuato, al “Laboratorio Latini” e all’“Hamerica’s”, nel centro del capoluogo.
Latini
Cronaca

E’ stato identificato e denunciato, a seguito delle indagini della Squadra Mobile della Questura, l’autore dei furti in alcuni locali di Aosta, risalenti alla notte dello scorso 30 dicembre. Si tratta di un 44enne originario del novarese, senza fissa dimora, che in quei giorni si trovava in Valle d’Aosta. La contestazione mossa nei suoi confronti è di furto aggravato continuato.

L’uomo è stato riconosciuto da una passante, che lo aveva notato mentre forzava la finestra di uno dei bar dove si è introdotto, il “Laboratorio Latini” di via Aubert. Attraverso le analisi della videosorveglianza, gli inquirenti sono poi riusciti a ricondurre al 44enne, anche attraverso i capi di abbigliamento nelle immagini, pure il furto da “Hamerica’s”, in via Xavier de Maistre.

Nel primo dei due locali, il denunciato si era impadronito di circa 200 euro (tra fondo cassa e mance), mentre nell’altro ha sottratto due tablet e pochi euro trovati in cassa. Dalle indagini ora concluse (il fascicolo era affidato al pm Giovanni Roteglia) è emerso anche un tentativo (non andato a buon fine) di introdursi nel ristorante “Oishi”, sempre di via Aubert.

3 risposte

  1. C’è scritto “originario del Novarese”, cosa c’è di difficile da capire? É scritto anche in italiano.
    Fosse stato un extracomunitario, avrebbero scritto extracomunitario. Semplice.
    #DiciamoloPure

  2. Diciamolo che è un extracomunitario irregolare, se era italiano indicavate l’albero genealogico numero di telefono e via.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte