Green Pass, nel ponte dell’Immacolata elevate le prime sanzioni

Martedì, 28 persone sono state trovate senza mascherina nelle aree di utilizzo obbligatorio e per un esercizio pubblico è scattata la multa per l’assenza dei controlli. Nel giorno dell’Immacolata, invece, cinque sanzionati.
Controlli CC sci
Cronaca

Nel “ponte” dell’Immacolata, dopo l’intensificazione dei controlli scattata da lunedì 6 (con l’entrata in vigore delle misure sul Super Green Pass), sono arrivate le prime sanzioni. Se nel primo giorno di verifiche non erano state registrate multe, nella giornata di martedì 7 le forze dell’ordine ne hanno elevate 29.

In particolare, come ha fatto sapere il questore di Aosta Ivo Morelli, ventotto sono state inflitte a persone che non indossavano la mascherina in aree ove il suo utilizzo è stato disposto obbligatoriamente e una al titolare di un esercizio che non effettuava i controlli sulla clientela.

Sulle affollate nevi dei comprensori sciistici, tornati all’attività dopo due anni, le attività di controllo hanno invece impegnato, nel giorno dell’Immacolata, i Carabinieri. I militari hanno sanzionato 3 persone (su circa 130 sottoposte a verifica), perché non in regola con il Green Pass, e 2 esercizi commerciali (sui 23 controllati) per non aver richiesto la certificazione agli avventori.

Com’era successo a inizio settimana, gli uomini dell’Arma hanno inoltre contestato a tre sciatori la violazione delle norme in materia di sicurezza sulle aree destiate alla pratica degli sport invernali, in particolare lo sci fuori pista e senza dispositivo “Artva”. Dall’entrata in vigore delle norme sul Green pass rafforzato, in Valle d’Aosta sono state controllate circa 1700 persone e 170 attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca
Cronaca