Incidente dei cavalli a Hône: l’autista del tir …

D. T, di Busto Arsizio, era alla guida del Tir che trasportava dieci cavalli da polo, che si è ribaltato in una scarpata all'altezza del campo sportivo di Hône. All'uomo è stata immediatamente ritirata la patente.
Il tir che trasportava i cavalli nell'incidente a Hone
Cronaca

E’ risultato positivo alla cocaina, l’autista del Tir di cavalli, che è uscito di strada giovedì 3 giugno. D. T., 36 anni di Busto Arsizio, era alla guida del Tir che trasportava cavalli da polo e che si è ribaltato in una scarpata all’altezza del campo sportivo di Hône. Condotto in ospedale, in quanto rimasto anche lui ferito, è stato sottoposto agli esami di rito, ovvero ai test per verificare se era sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e di alcol. E i medici, nelle urine di D. T., hanno trovato tracce di cocaina. L’autista ha negato di fare uso di sostanze stupefacenti, ma non è servito a nulla. All’uomo è stata immediatamente ritirata la patente. Ora, per riaverla dovrà aspettare un anno e poi sostenere nuovamente tutti gli esami.

Intanto, proseguono gli accertamenti, da parte della polizia stradale di Pont-Saint-Martin, per chiarire la dinamica dell’incidente. La positività al test non significa che D. T. fosse sotto l’effetto della cocaina mentre guidava, ma potrebbe averla assunta qualche giorno prima. Infatti, le tracce dell’assunzione di sostanze stupefacente rimangono nel corpo alcuni giorni. Nell’incidente sono rimasti feriti anche gli occupanti dell’auto coinvolta. Fortunatamente tutti in maniera non grave.

I cavalli erano partiti da Novara ed erano diretti a Lione. Dei tredici esemplari, tutti campioni, solo tre sono sopravissuti all’incidente.

Le cause dello schianto non sono ancora chiare. D. T. ha prima tamponato il fuoristrada condotto da una donna di Ivrea, poi ha urtato il guard-rail finendo nella scarpata. Sicuramente non è stata l’alta velocità a causare l’incidente, in quanto la strumentazione di bordo, al momento dello schianto segnava 84 chilometri orari.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte