La Guardia di finanza si riorganizza: tenenza al Gran San Bernardo

Il processo di riforma, avviato a livello nazionale con l’anno nuovo, tocca anche la Valle. L’obiettivo è di “garantire una più diffusa presenza sul territorio”, aumentando i “livelli di responsabilità dei reparti”.
Cronaca

Tocca anche la Valle d’Aosta la riforma, intrapresa a livello nazionale con il 2019, dell’organizzazione territoriale della Guardia di finanza. In particolare, nella nostra regione, l’applicazione vedrà il passaggio, da Brigata a Tenenza, dell’unità del Gran San Bernardo, al posto di frontiera con la Svizzera. Il reparto sarà quindi retto da un luogotenente, grado più elevato della carriera dei sottufficiali.

L’obiettivo generale del processo è – come si legge in una nota – “garantire una più diffusa presenza sul territorio nello svolgimento della ‘mission’ di polizia economico-finanziaria a tutela del bilancio pubblico, delle Regioni, degli Enti locali e dell’Unione Europea”. Nello specifico, l’“upgrade” delle Brigate a Tenenze risponde al disegno di “crescita dei livelli di responsabilità dei reparti”.

I Luogotenenti che comanderanno le unità scaturite dalla riforma presentano infatti “elevata esperienza di servizio”, per meglio assicurare “l’innalzamento della qualità della presenza dei reparti” e adeguare la struttura alle “sempre maggiori richieste d’intervento istituzionale dettate dall’attuale contesto socio-economico”.

Il processo di riforma avviene nell’anno in cui la Guardia di finanza celebra il suo 245° anniversario e prosegue il percorso iniziato con l’istituzione (nel 2001) della polizia economico-finanziaria. Tra le altre novità della riorganizzazione, la rivisitazione dei Reparti speciali anti terrorismo e l’istituzione di nuove stazioni del Sagf, il soccorso alpino delle Fiamme gialle.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca
Cronaca