Nel 2018 della Compagnia Carabinieri Aosta più reati, ma meno furti

L’Arma ha “tirato le somme” con i media sull’attività svolta durante lo scorso anno, nei trentasei comuni da Aosta a Courmayeur. In tutto, 18 gli arresti effettuati e 285 le denunce a piede libero.
Il sottotenente Lo Cicero presenta i dati 2018.
Cronaca

Visto attraverso le “lenti” della Compagnia Carabinieri di Aosta (competente, con otto stazioni e con il Nucleo Operativo Radiomobile, sui trentasei comuni da Aosta a Courmayeur), il 2018 è stato un anno di lieve aumento dei delitti denunciati. Sono stati 1355, a fronte dei 1333 riscontrati al termine dei dodici mesi precedenti.

In 328 di questi casi, i militari sono riusciti a individuare l’autore, traendo in arresto 18 persone e facendo scattare 285 denunce a piede libero. Cifre che fanno dire al sottotenente Salvatore Lo Cicero, comandante del Norm, di “risultati tangibili” nell’incrementata “attività repressiva dei Carabinieri”.

Guardando all’insieme dei crimini denunciati dalla popolazione, appaiono in diminuzione i cosiddetti “reati predatori” (cioè contro il patrimonio), scesi a 606 dai 628 del 2017. La flessione riguarda soprattutto, con una percentuale del 10%, i furti in abitazione, calati da 169 a 153. “I risultati operativi, nel settore specifico – ha affermato Lo Cicero – hanno portato all’arresto di tre persone e alla denuncia di altre trentanove”.

L’attenzione dell’Arma, nell’anno concluso da poco, non ha poi trascurato il contrasto allo spaccio e al consumo di stupefacenti, con un arresto, quattordici denunce e la segnalazione all’autorità prefettizia di venticinque consumatori (di cui quattro minorenni), soprattutto per marijuana ed hashish.

Quanto all’attività legata al rispetto del Codice della strada (le stazioni, situate ad Aosta, Valpelline, Etroubles, Saint-Pierre, Cogne, Morgex, La Thuile e Courmayeur, intervengono in particolare nelle rispettive vallate), i Carabinieri hanno ritirato in tutto 126 patenti, denunciato 21 persone per guida in stato di ebbrezza (dato in lieve aumento), richiesto la decurtazione di 422 punti sulle patenti ed elevato 1.250 contravvenzioni. Le “Gazzelle” sono intervenute su 94 incidenti, di cui 3 mortali e 48 con feriti.

Quanto all’investimento sulla prevenzione, la Compagnia ha lavorato in particolare sulle giovani generazioni (con conferenze negli istituti scolastici su temi come bullismo e cybercrimine, ma anche con visite nelle strutture dell’Arma) e sugli anziani (pure tramite le associazioni che li raggruppano e si occupano di loro, al fine di prevenire il fenomeno delle truffe, che si presenta in maniera sempre più significativa).

Se nella struttura territoriale dei Carabinieri, con il conseguente radicamento nel tessuto sociale, è insito un indubbio punto di forza dell’Arma, il sottotenente Lo Cicero ricorda comunque come “le segnalazioni dei cittadini” siano una “fonte di notizie che permette alle forze di polizia di avere un quadro quanto più realistico dei fenomeni delittuosi”, così da “rispondere in modo sempre più efficace anche in episodi del quotidiano”. Normalmente, al di là della loro entità, i più spiacevoli per chi li subisce.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca