Protezione civile e Vigili del fuoco monitorano la Valle. Nessun movimento sospetto dalle frane

Costante, 24 ore su 24, il controllo delle zone più a rischio. A parte piccole frane le zone più critiche della Valle non destano preoccupazione. Torrenti e ruscelli in piena caricano la Dora che ha esondato in diversi comuni.
La Dora al ponte di Chavonne
Cronaca
Questa mattina si assiste ad un’attenuazione delle condizioni del tempo e il sole fa capolino tra le nuvole mentre le previsioni annunciano una ulteriore attenuazione dei fenomeni e della nuvolosità nella seconda parte della giornata. Intanto per tutta la notte Protezione Civile, Vigili del Fuoco, volontari e gli entri preposti al controllo del territorio hanno monitorato i punti cirtici della Valle. Come una spada di Damocle infatti le attenzioni maggiori sono rivolte a quelle zone dove frane dormienti potrebbero essere risvegliate da un momento all’altro, ma si tratta per ora di un rischio ancora lontano: in particolare Bosmatto, Becca di Nona e Citrin rispettivamente per Gressoney St.Jean, Pollein e St.Rhémy en Bosses.

La Bassa Valle rimane la zona più colpita dal maltempo anche se le svariate criticità non destano particolare allarme, soprattutto per quanto concerne situazioni di rischio per la popolazione. Alle ore 24, a seguito della riapertura del Traforo del Frejus, con conseguente miglioramento della situazione viaria, sono venute meno le esigenze che hanno portato all'attivazione del Piano di Emergenza viabilità principale nel primo pomeriggio di ieri. La Presidenza della Regione ha pertanto disposto, la disattivazione del piano ed il ripristino delle regolari condizioni di circolazione per tutti i mezzi sull'intero l'asse autostradale valdostano.

Ieri sera intanto è stata chiusa la strada comunale per San Grato a Issime e la strada regionale per Rhèmes Saint-Georges e sono inoltre stati attivati i Centri Operativi Comunali nei comuni di Gaby, Issime, Pollein e Saint-Vincent.
Sono state inoltre chiuse la strada per la Val Ferret a Courmayeur, la comunale tra Etroubles e Allein, le strade comunali per le frazioni Frissonières, Haut-Prabas e Chanet a Doues, la comunale tra Ozein e Cerignan a Aymavilles. La strada regionale 44 è stata inoltre chiusa a Gressoney-La-Trinité. Situazione di attenzione era stata infine segnalata al bivio per Champorcher nel comune di Bard, mentre la circolazione era consentita ai mezzi leggeri lungo la strada regionale 44 per Perloz interessata dal cedimento di un muro. La Presidenza della Regione si mantiene in costante contatto con la Protezione civile nazionale e gli altri enti coinvolti nell’allerta maltempo.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati