Video 

Recuperato dal soccorso alpino valdostano scialpinista caduto in un crepaccio

Un distacco nervoso ha investito due scialpinisti, uno dei quali è stato trascinato nel crepaccio. Il compagno di gita è sceso al rifugio Guide di Ayas Lambronecca a dare l'allarme. Soccorsi resi difficili dal vento.
Cronaca

Intervento del Soccorso Alpino Valdostano al Gemello del Breithorn, per il recupero di uno scialpinista francese di 20 anni caduto in un crepaccio. L’incidente è avvenuto alle ore 13:15 circa a causa di una valanga che ha investito due scialpinisti, uno dei quali è stato trascinato nel crepaccio. A dare l’allarme è stato il compagno di gita, un francese di 57 anni, dopo aver raggiunto il rifugio Guide di Ayas Lambronecca.

scialpinista caduto crepaccio
scialpinista caduto crepaccio

Sul posto, a quota 3900 mt, stanno operando i tecnici del Soccorso alpino valdostano e i soccorritori del Sagf di Cervinia. Le condizioni meteo in zona e il vento forte rendono difficili le operazioni, condotte tramite avvicinamento in elicottero e via terra. L’elicottero ha lasciato a terra i tecnici soccorritori, che hanno raggiunto il luogo dell’incidente con gli sci e pelli.

Lo scialpinista è stato raggiunto, recuperato e imbarellato per essere portato, via terra, in una zona più in basso, dove possa essere imbarcato in elicottero, per il suo successivo trasporto al Pronto soccorso dell’Ospedale Parini. Da una prima analisi del medico dell’equipaggio di elisoccorso le sue condizioni generali non sembra gravi. Previsto il trasporto in ospedale anche per il  compagno di gita.

scialpinista caduto crepaccio
scialpinista caduto crepaccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte