Cronaca di Christian Diémoz |

Ultima modifica: 26 Novembre 2019 17:23

Uno scialpinista risulta disperso a Champorcher: ricerche in corso

Champorcher - Si tratta di un torinese 55enne. Dalle informazioni rese dai suoi familiari, era partito sabato scorso per affrontare la salita verso Cimetta Rossa (2.500 metri) in solitaria. Nella zona, le nevicate hanno raggiunto i due metri.

Cinofilo SavTecnici e operatori del Sav partono per un sorvolo.

Uno scialpinista risulta disperso da sabato scorso, 23 novembre, nella valle di Champorcher. L’allarme è scattato ieri e stamane è stato attivato il piano di ricerca di persone scomparse. Si tratta di un torinese 55enne. Dalle informazioni rese dai suoi familiari, era partito per affrontare la salita verso Cimetta Rossa (2.500 metri), in solitaria.

L’itinerario di salita prevede un tratto lungo le piste di sci, che in questo periodo non sono né battute, né segnalate con paline, perché gli impianti di risalita non hanno ancora aperto. Le zone adiacenti non sono quindi bonificate e nei giorni scorsi si sono registrate forti nevicate, che in quota hanno raggiunto i due metri. Il rischio di distacchi, nella giornata di sabato scorso, era classificato forte (4 su una scala di 5), in ragione della previsione (dalla serata precedente) di “un’intensa attività valanghiva spontanea”.

Ieri è stato compiuto un sopralluogo con i gatti delle nevi della “Monterosa Ski”, fino a 2.200 metri. Questa mattina, in una riunione alle 7 del Comitato di ricerca (presieduto dal Soccorso Alpino Valdostano e con la presenza del Sagf del Breuil, del Corpo forestale della Valle d’Aosta, dei Vigili del fuoco e del 118), è stato deciso di effettuare un sorvolo in elicottero, che però ha dato esito negativo. 

I soccorritori hanno quindi deciso di procedere via terra, con due squadre composte da tecnici del Soccorso Alpino Valdostano e soccorritori del Sagf e del Corpo forestale della Valle d’Aosta. Una squadra percorrerà il tratto dalla località Laris a Chardonney e una seconda squadra effettuerà il percorso in senso opposto, da Chardonnay a Laris. È previsto anche l’impiego di un drone del Soccorso Alpino Valdostano e di uno dei Vvf, che effettueranno riprese video lungo il torrente che scorre adiacente alla via che potrebbe aver seguito lo scialpinista disperso, nel tentativo di raggiungere la Cimetta rossa (o durante la discesa). Nella zona delle operazioni di ricerca è elevato il rischio di valanghe.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Un commento su “Uno scialpinista risulta disperso a Champorcher: ricerche in corso”

  • Gunther Taler says:

    Ma come si fa a mettere se stessi e gli altri in pericolo e produrre migliaia di euro di costi per fare una gita? Spero che il tipo ne esca vivo e che possa pagare di tasca propria il danno prodotto…

Commenta questo articolo