Con l’arrivo dell’estate torna “Châteaux en musique” che abbina musica, teatro e storia

La rassegna itinerante abbina formazioni musicali, accompagnate da compagnie teatrali valdostane, che racconteranno al pubblico la storia, i personaggi e i ritmi di vita dei castelli valdostani. Il primo appuntamento è il 7 luglio al Castello di Issogne.
La presentazione di Chateaux à Musique
Cultura

L'abbinamento musica, teatro e castelli torna puntuale anche questo anno con "Châteaux en musique 2010", presentata oggi alla stampa, dall'Assessore all'istruzione e cultura Laurent Vierin. "Riteniamo che questa iniziativa culturale sia molto valida per proporre e promuovere i nostri castelli – ha dichiarato Laurent Vierin –  in crescita anche per quanto riguarda le presenze, al punto che l'anno scorso abbiamo registrato il tutto esaurito". 

La rassegna itinerante, giunta alla quarta edizione, abbina formazioni musicali nazionali ed internazionali, accompagnate da compagnie teatrali valdostane, che racconteranno al pubblico la storia, i personaggi e i ritmi di vita dei castelli valdostani. Il primo appuntamento è previsto il 7 luglio prossimo al castello di Issogne con Federico Longhi, baritono e Franck Villard al pianoforte. La compagnia teatrale che guiderà il pubblico sarà il Teatro Instabile. Per partecipare a questo primo appuntamento è necessario prenotarsi allo 0125/929373. Saranno poi anche coinvolti, fino al 26 agosto, il maniero di Fénis, il Castello Sarriod de la Tour di Saint-Pierre, quello di Aymavilles, i castelli di Verrès, Introd e Quart.

Tra le novità dell'edizione 2010 la collaborazione con l'Adava, l'Associazione degli albergatori della Valle d'Aosta che potrà riservare un certo numero di posti ai turisti che soggiornano negli alberghi valdostani. Tutti i concerti sono ad ingresso gratuito ed inizino alle ore 21. Per ogni concerto, tranne quello di Aymavilles, i posti sono limitati ed è obbligatola la prenotazione direttamente ai castelli. Il programma è consultabile anche sul sito della Regione Valle d'Aosta all'indirizzo www.regione.vda.it

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte