Galleria 

Fulminacci porta la sua musica tra le vette della Val Vény

In tanti ieri pomeriggio sono arrivati in Val Vény per il secondo appuntamento di Musicastelle. Protagonista del concerto il giovane cantautore romano Fulminacci che, sotto un caldissimo sole, con la sua energia e il suo travolgente entusiasmo ha fatto cantare e ballare tutto il pubblico di Courmayeur per più di un’ora.
Cultura

A una settimana di distanza dall’esibizione della prima tappa del tour di Carmen Consoli a La Salle, il palco di Musicastelle è tornato a vibrare grazie alle canzoni di un giovane cantautore romano molto amato dalle nuove generazioni e non solo, Fulminacci. Questa volta, a fare da cornice al concerto outdoor, in una cocente domenica di giugno, sono state le montagne della Val Vény.

Molti i fan che hanno raggiunto la location a Pré de Pascal: chi con le e-bike messe a disposizione nell’ambito del Green Weekend di Courmayeur, chi più comodamente in funivia e chi invece a piedi sfruttando l’occasione per una piacevole passeggiata ai piedi del Monte Bianco. Ma tutti sono arrivati nel prato del concerto con unico scopo: cantare, divertirsi ed emozionarsi con le canzoni più amate di Fulminacci. E lui non ha disatteso le aspettative. Anzi, per quasi un’ora e mezza il giovane cantautore romano, classe 1997, ha intrattenuto il pubblico con brani di successo e altri meno noti, alternando la chitarra acustica a quella elettrica e al piano.

Concerto di Fulminacci a Musicastelle in Val Veny Foto di Nicole Jocolle
Concerto di Fulminacci a Musicastelle in Val Veny Foto di Nicole Jocolle

In apertura al concerto insieme alla sua band, presentatasi con un look vintage in jeans e polo colorate, Fulminacci ha portato testi come “Forte la banda” e “Resistenza” per poi lasciare spazio a grandi successi come “Aglio e olio” e alla conosciutissima “Santa Marinella” – che il cantante ha portato sul palco di Sanremo nel 2021 – regalando una domenica di musica e divertimento. Ma quello che voleva il cantautore romano era vedere il pubblico scatenarsi al ritmo della sua musica. E l’ha ottenuto, senza dubbio. All’invito di Fulminacci “ora potete iniziare a impazzire”, i fan sembravano non aspettare altro e dopo i primi timidi balli di qualche gruppo di amici, tutto il pubblico, prima seduto comodamente nel prato, ha lasciato coperte e teli per alzarsi in piedi e iniziare a cantare e battere le mani a ritmo di musica.

Concerto di Fulminacci a Musicastelle in Val Veny Foto di Nicole Jocolle
Concerto di Fulminacci a Musicastelle in Val Veny Foto di Nicole Jocolle

Un’ora e mezza di musica ed emozioni in cui c’è stato chi ha cantato ininterrottamente per tutto il concerto, chi appena avuta la possibilità, verso la fine del concerto, si è riversato sotto il palco, chi ha regalato un mazzolino di fiori al frontman della band e chi è riuscito a vedere da vicino il bassista che dopo l’ultimo brano ha fatto capolino tra il pubblico. Fino alla fine i fan hanno cantanto e ballato, aspettando l’ultimo brano “Tommaso”. La band non poteva certo andarsene senza quest’ultima attesissima canzone che il pubblico ha chiesto a gran voce fino a quando il cantante non è tornato sul palco per accontentarlo.

I prossimi appuntamenti in programma nell’ambito della rassegna di Musicastelle, da segnare in agenda, sono sabato 2 luglio con la Rappresentante di Lista ad Allein e Mannarino sabato 9 luglio a La Magdeleine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura