Il Castello Gamba festeggia i dieci anni con un pieno di eventi

Dal 27 al 30 ottobre il Castello Gamba di Châtillon, il Museo di arte moderna e contemporanea della Valle d’Aosta, festeggerà una ricorrenza speciale: il suo decimo compleanno.
Foto accensione Orbita di Massimo Uberti al Castello Gamba
Cultura

Dal 27 al 30 ottobre il Castello Gamba di Châtillon, il Museo di arte moderna e contemporanea della Valle d’Aosta, festeggerà una ricorrenza speciale: il suo decimo compleanno.

Era, infatti, il 27 ottobre 2012 quando vennero aperte le porte, dopo un lungo intervento di restauro e un accurato allestimento museale, dell’elegante dimora d’arte voluta per creare un luogo culturale all’insegna della sperimentazione, dell’innovazione e della commistione di più elementi culturali.

Il Castello Gamba, infatti, si è rivelato e si conferma un luogo in perfetta sintonia con un linguaggio artistico in costante movimento, connotato da una fluida e a tratti disorientante molteplicità.

Acquisito dalla Regione nel 1982, oggi il Museo può vantare una ricca e prestigiosa collezione di arte moderna e contemporanea. Le sue tredici sale, infatti, ospitano oltre centocinquanta opere tra dipinti, sculture, installazioni, raccolte grafiche e fotografiche tra la fine dell’Ottocento e i giorni nostri, senza contare quelle conservate nei depositi.

Sin dai suoi esordi, inoltre, gli eventi culturali vi hanno trovato una sede o una cornice ideali. Dalle conferenze agli spettacoli, dalle iniziative per addetti ai lavori fino ai laboratori per famiglie, il “Gamba” ha da subito saputo proporre iniziative e attività in grado di interessare e incuriosire un pubblico sempre più ampio e variegato.

Quello che avrà luogo dal 27 al 30 ottobre prossimi, dunque, sarà un importante momento interamente dedicato al polo valdostano dell’arte contemporanea che prenderà il via giovedì 27 alle 18 con la performance artistica The rise con Virna Vallerio e Lorenzo Barbera. Alle 18.30, invece, verrà inaugurata la mostra Siamo venuti da troppo lontano per fermarci qui dell’artista valdostana Caterina Gobbi, a cura di Giovanna Manzotti. A seguire due performance dell’artista in collaborazione coi Trouveur Valdotèn e con le guide alpine Anna Torretta e Giovanna Mongilardi.

La prenotazione, a partire dal 24 ottobre telefonando al numero 0166 563252, è obbligatoria.

Venerdì 28 ottobre, alle 17, una riflessione a più voci dal titolo L’Orbita della Light Art proporrà un confronto sulla Light Art e sulle sue potenzialità d’intervento nel tessuto urbano, in un dialogo funzionale tra passato, presente e futuro.

Un’iniziativa pensata per il Castello Gamba che, da luglio 2022, vede un iconico contrassegno nell’Orbita, la grande installazione permanente di Massimo Uberti commissionata dalla Soprintendenza Regionale e vincitrice del PAC 2020, bando della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura.

La prenotazione, obbligatoria. È possibile dal 20 ottobre al numero 0166 563252.

Il giorno successivo, 29 ottobre, dalle 9.30 alle 13 presso l’Aula Magna della Scuola alberghiera di Châtillon, la tavola rotonda 10+10: il futuro del Castello Gamba farà il punto sui primi dieci anni di apertura, la sua storia, le sue mostre e attività tra acquisizioni, didattica e territorio. Una riflessione sui passi fatti, ma soprattutto uno sguardo al futuro del Museo, alla sua capacità di ripensarsi e alle sfide che aspettano questa “casa” della creatività moderna e contemporanea.

Prenotazione obbligatoria dal 20 ottobre al numero 0166 563252.

Il legame con il paese di Châtillon verrà valorizzato grazie alla concomitante Sagra del Miele che, sabato 29 ottobre, con l’evento denominato Château Miel, prevede negli spazi del Castello dalle ore 15 alle 18, visite accompagnate al Museo con degustazione di mieli locali a cura degli chef dell’Associazione Cuochi Valle d’Aosta per un dolce connubio di piaceri: quello dell’arte e quello del gusto.

Ingresso a pagamento con entrata ogni mezz’ora, massimo 25 persone a turno.

Info e prenotazioni 333 4029802.

Sempre sabato 29 ottobre, ma alle 21, presso il Centro Congressi di Saint-Vincent si terrà una conferenza con Moni Ovadia, poliedrico artista italiano di origine bulgara, che dialogherà con Davide Mancini su Lo stato dell’arte: partendo da una personale riflessione sull’attuale stato dell’arte contemporanea, ci si interrogherà su quello della nostra realtà quotidiana.

Prenotazione obbligatoria dal 24 ottobre al numero 0166-563252.

Il rapporto con la comunità locale, costruito e consolidatosi negli anni, troverà in questo decennale un ulteriore motivo di vicinanza nell’iniziativa Art Walk di domenica 30 ottobre che prevede passeggiate artistiche alle 11 (con Ovadia) e alle 15 (con Marco Jaccond) che, corredate da apposite installazioni e da momenti di narrazione, accompagneranno i visitatori dal centro del paese fino al castello lungo la strada des Sarrasins.

Nel pomeriggio di domenica, presso le Scuderie del castello, alle 15.30 avrà luogo lo spettacolo 100% Paccottiglia di circo non-contemporaneo di e con Circo Pacco: animazione clownesca tra magia comica e acrobatica.

Prenotazione obbligatoria dal 24 ottobre al numero 0166 563252.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte