Musicastelle Outdoor, Francesca Michielin chiude domani la rassegna a La Thuile

Cantautrice e polistrumentista, nel 2016 arriva seconda a Sanremo con "Nessun grado di separazione" e rappresenta l’Italia all’Eurovision Song Contest. Michielin si esibirà a La Joux. A causa delle previsioni meteo il concerto - previsto per le 15 - potrebbe essere anticipato alle ore 12.30.
Francesca Michielin
Cultura

Sarà invece Francesca Michielin a chiudere domani – sabato 24 luglio – l’edizione 2021 di Musicastelle Outdoor, a La Joux di La Thuile. A causa delle previsioni meteo per il week end il concerto – previsto per le 15 – potrebbe essere anticipato alle ore 12.30.

Cantautrice e polistrumentista, nel 2016 arriva seconda a Sanremo con Nessun grado di separazione e rappresenta l’Italia all’Eurovision Song Contest. Nella sua carriera ha collaborato con le firme più importanti della nuova scena musicale italiana, e con le sue live performance, da ultima Spazi Sonori, ha calcato i palchi dei principali Club italiani e le line up dei più importanti Festival dell’estate. Ha all’attivo cinque album e a marzo 2021 è tornata sul palco dell’Ariston per la 71ª edizione del Festival di Sanremo con il brano Chiamami per nome in coppia con Fedez, classificandosi al secondo posto.

Il 5 marzo è uscito il nuovo disco FEAT (Fuori dagli spazi) che contiene le nuove collaborazioni con FedezVasco BrondiColapesce e Mecna, e rappresenta l’evoluzione del progetto collettivo FEAT (Stato di natura), coraggiosamente uscito in pieno lockdown il 13 marzo 2020. Dal 25 febbraio 2021 è autrice e conduttrice del podcast MASCHIACCI – Per cosa lottano le donne oggi? che ha debuttato in vetta alle classifiche Podcast di tendenza di Spotify e Apple Podcast.

Come raggiungere la location

Raggiunto l’abitato di La Thuile procedere in auto seguendo le indicazioni per La Joux. Posteggiata l’auto nelle aree parking riservate ai partecipanti al concerto, la località si raggiunge a piedi con una passeggiata di 30/40 minuti circa su una stradina asfaltata, percorribile anche con passeggini e carrozzine, che sale a tornanti in un ombreggiato bosco di conifere. In alternativa si può optare per il sentiero seguendo il segnavia dell’Alta Via 2 verso le cascate del Rutor e il Rifugio Deffeyes.

LA RASSEGNA MUSICASTELLE OUTDOOR 2021

La rassegna Musicastelle Outdoor 2021 è iniziata il 19 giugno scorso a Campo di Tsan Mort di Saint-Vincent con la “musica leggerissima” del duo Colapesce e Dimartino, reduce dallo straordinario successo al Festival di Sanremo.

I due artisti hanno pubblicato di recente il loro ultimo disco I mortali², nuova edizione “al quadrato” del primo album che contiene, oltre tutti i brani del precedente I mortali, 10 nuove tracce tra le quali la loro hit “Musica leggerissima”, già Disco di Platino e in vetta a tutte le classifiche streaming e radio.

DSC
Colapesce&Dimartino

Il 26 giugno a Courmayeur, in Località Peindeint, nella Val Vény, il protagonista della seconda data di Musicastelle Outdoor è stato il rapper, cantautore e producer romano Carl Brave.

Istrionico e versatile, con il suo stile sta tracciando nuove coordinate nella canzone pop italiana. Nel 2018 esordisce con il suo album solista Notti Brave. Molti gli artisti che hanno animato il disco di Carl, nelle quindici tracce dell’album troviamo, infatti, collaborazioni eccellenti come Fabri FibraCoez, Francesca MichielinFranco126Emis KillaFederica AbbateGemitaizGiorgio PoiPretty SoleroFrah QuintaleB e Ugo Borghetti.

A ottobre 2020 è uscito il suo secondo disco di studio “Coraggio”. Nell’album, 17 tracce che segnano un nuovo capitolo dell’eclettico percorso musicale dell’artista che ha saputo contaminare il pop, il cantautorato e il rap in uno stile unico, originale e subito riconoscibile. In “Coraggio” sono presenti anche 7 collaborazioni con Elodie, Mara Sattei, tha Supreme, Ketama, Gue Pequeno, Taxi B e Pretty Solero. In appena due anni, Carl Brave ha già conquistato 14 Dischi di Platino e il suo canale YouTube ha totalizzato oltre 100 milioni di visualizzazioni.

Carl Brave
Carl Brave

Il 3 luglio nella magica cornice delle cascate di Lillaz a Cogne è andato in scena Samuele Bersani. Il cantautore di Rimini, che nel 2020 ha pubblicato il suo nuovo album Cinema Samuele, è salito sul palco di Sanremo nel marzo scorso con Willie Peyote – altro artista protagonista dell’edizione 2021 di Musicastelle – rivisitando uno dei successi del cantautore: Giudizi Universali.

Il brano, scritto e interpretato nel 1997, è contenuto nel terzo album, eponimo, dell’artista. La carriera del cantautore debutta nel 1991 quando Lucio Dalla fortemente colpito dal suo talento lo invita sul palco del tour Cambio, ad eseguire piano e voce Il Mostro. Samuele si trasferisce a Bologna e, nel 1992, esce il suo primo album, C’hanno preso tutto, presentato dalla canzone-polaroid Chicco e Spillo, che diventa in poche settimane un caso radiofonico e, a distanza di tempo, un vero e proprio cult.

Nel 2000, arriva anche il primo Festival di Sanremo: la canzone che presenta, Replay, offre un’anticipazione del suo nuovo album L’Oroscopo Speciale. A distanza di dodici anni, nel 2012 Samuele torna a Sanremo con il brano Un pallone, metafora in musica dell’attuale momento storico del nostro Paese e, per la serata dei duetti, avrà accanto a sé Goran Bregović.

WhatsApp Image at
Samuele Bersani

Fra l’azzurro chiaro e il verde… della sommità delle cascate di Lillaz, a Cogne si è invece esibito – sabato 3 luglio –  Samuele Bersani, per il terzo appuntamento di Musicastelle 2021.

L’abilità poetica e l’indiscutibile profondità dei testi del cantautore riminese avevano già conquistato l’audience italiano negli anni 90′. In questo periodo emerse con Chicco e SpilloFreak e Giudizi Universali. Più recentemente, con i testi del suo ultimo album, Cinema Samuele è riuscito nell’intento di rompere definitivamente la barriera tra narrazione e poesia.

Nel 1992 esce il suo primo album, “C’hanno preso tutto”, presentato dalla canzone-polaroid “Chicco e Spillo” che diventa in poche settimane un caso radiofonico e, a distanza di tempo, un vero e proprio cult.
Nel 2000, arriva anche il primo Festival di Sanremo: la canzone che presenta, “Replay”, offre un’anticipazione del suo nuovo album “L’Oroscopo Speciale”.

A distanza di dodici anni, nel 2012 Samuele torna al Festival di Sanremo con il brano “Un pallone”, metafora in musica dell’attuale momento storico del nostro Paese e, per la serata dei duetti, avrà accanto a sé Goran Bregović. I

Silvestri piano
Silvestri piano

Con un concerto sold out in pochi minuti, sabato 10 luglio la scena è stata invece tutta per Daniele Silvestri, ospite della quarta data di Musicastelle Outdoor, nella suggestiva cornice del Vallone di Vertosan.

Il cantautore romano coniuga da sempre la ricerca di una nuova canzone d’autore con il riscontro del grande pubblico, mescolando talento e tradizione, leggerezza espressiva e impegno civile, come testimoniano canzoni quali Cohiba, Il mio nemico, L’appello, Quali alibi, A bocca chiusa, La mia casa, al fianco di evergreen come Le cose in comune, Occhi da Orientale, Testardo, Salirò, La Paranza.

Le sue partecipazioni ai festival hanno sempre lasciato un segno, grazie a un’impronta mai sopra le righe ma sempre sorprendente. Ha ricevuto, in carrierea, tantissimi riconoscimenti (Premio Tenco, David di Donatello, Recanati, Amnesty Italia, Grinzane-Cavour, Carosone per citarne alcuni) e partecipato a progetti con e per Onlus anche molto diverse tra loro: Movimondo in Mozambico, Agende Rosse, CUAMM, Every Child is my Child, di cui è cofondatore.

Willie Peyote
Willie Peyote

Il Lago Goillet, a Breuil-Cervinia, si è invece acceso con la musica di Willie Peyote, nel quarto appuntamento di Musicastelle Outdoor 2021, lo scorso 18 luglio.

Il rapper e cantautore torinese ha pubblicato il suo primo album nel 2011,Il manuale del giovane nichilista, condensato in un provocatorio mix di cinismo, autoironia e denuncia sociale. Nel 2013, esce invece Non è il mio genere, il genere umano”, che riconferma il suo pseudo-pessimismo antropologico e nel 2015 pubblica il disco che lo consacra “Educazione Sabauda”. Nel 2017 esce “Sindrome di Tôret” (disco d’Oro) che secondo Willie è la sintesi tra istinto rock e hip-hop. Nel 2019 esce “Iodegradabile”, che ha debuttato nella Top5 dei dischi più venduti e ascoltati in Italia e da cui è stato estratto il singolo “La Tua Futura Ex Moglie”, certificato disco d’oro. Nel 2020 pubblica il singolo “Algoritmo” con Shaggy e “La depressione è un periodo dell’anno”.

Nel 2021 partecipa al Festival di Sanremo con il brano “Mai dire mai (La locura)” che riceve il Premio della Critica e viene certificato Oro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

   Eventi
Precedente
Successivo
   Foto
Precedente
Successivo
   Video
Precedente
Successivo