FOTOCultura e spettacolo

Ultima modifica: 1 Marzo 2019 15:18

“Sono”, i ragazzi della Cittadella illuminano lo Splendor

Aosta - Tre "quadri" sonori, visivi e di movimento che attraverso le canzoni hanno portato alla Saison Culturelle lo spettacolo "summa" di questi ultimi tre anni di attività della Cittadella dei Giovani.

 

Tre “quadri” sonori, visivi e di movimento che attraverso le canzoni – da Måns Zelmerlöw ad Ariana Grande, passando per gli AC/DC, gli Abba, Imagine Dragons e The Cinematic Orchestra, tra gli altri – hanno portato al Teatro Splendor di Aosta, “cuore” della Saison Culturelle, la “summa” di questi ultimi tre anni di attività della Cittadella dei Giovani.

“Sono”, lo spettacolo musicale e visivo nato e cresciuto tra le mura di via Garibaldi si è rivelato ieri sera – giovedì 28 febbraio – e ha emozionato. I ragazzi, anzitutto – Rebecca, Alex, Lucien, Fosco, Filippo, Alice, Gaia, Federico, Giovanni, Michele, Michela, Giulia, Marco, Giorgia, Stefano, Asia, Beatrice, Maria, Chiara, Gilbert, Natalia e Gabriele – che hanno curato la produzione in tutti i dettagli, sotto l’occhio attento di Andrea Carlotto (regia) e dei direttori artistici Enrico MontrossetDavide Dugros William Novelli.

Un percorso partito da lontano, con i casting di settembre, esploso ieri sera in uno Splendor gremito e coinvolto ma che soprattutto ha visto il “primo passo” per – molti – giovani artisti che, dalla cameretta si sono trovati avvolti tra le luci del palco della più importante rassegna culturale regionale.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>