Torna a Châtillon il Gamba Fest, tre giorni di “immersione” tra natura e cultura

Il 18, 19 e 26 settembre, il Castello Gamba - Museo d'arte moderna e contemporanea della Valle d'Aosta, ospiterà la terza edizione del Gamba Fest. Ai visitatori saranno attività culturali con l’obiettivo di celebrare in maniera partecipata l’arte.
Castello Gamba - Foto di Simone Fortuna
Cultura

Il 18, 19 e 26 settembre, il Castello Gamba di ChâtillonMuseo d’arte moderna e contemporanea della Valle d’Aosta, ospiterà la terza edizione del Gamba Fest, tre giornate di festa tra cultura e natura.

Gli eventi – spiega una nota dell’Assessorato dei Beni culturali – si inseriscono nell’ambito di Plaisirs de Culture en Vallée d’Aoste (18-26 settembre), iniziativa dedicata alla valorizzazione e promozione del patrimonio artistico e culturale valdostano.

In continuità con il passato saranno proposte ai visitatori attività culturali con l’obiettivo di celebrare in maniera partecipata l’arte, sottolineando la sua importanza come bene imprescindibile e accessibile a tutti.

Il programma

La manifestazione prenderà il via sabato 18 settembre con una serie di incontri-evento. Alle ore 16.30 è in programma un incontro con Carlo Chatrian, attuale direttore del Festival internazionale del cinema di Berlino, nel corso del quale sarà effettuerà una ricognizione personale e suggestiva sulle relazioni tra il mondo del cinema e quello dell’arte, parlando dei film a lui più cari che rappresentano, secondo la sua autorevole interpretazione, i dialoghi più suggestivi e interessanti tra il mondo del cinema e quello dell’arte.

Carlo Chatrian
Carlo Chatrian

Alle 18 è, invece, previsto un incontro con Rocco Ronchi, filosofo e accademico che dal 2014 dirige la scuola di filosofia Praxis a Forlì, dal titolo La dimensione estetica dell’esperienza, un percorso in un “estetico” che vuole rimandare innanzitutto al “sentire”, e che pone delle domane: quanta parte nella costruzione del bello ideale e determinata dalla cruda materialità del sentire? Come è fatto questo “sentire” che ci radica nella natura e nei suoi processi impersonali?

Rocco Ronchi
Rocco Ronchi

La giornata si concluderà alle 21 con I 100 anni di Francesco Nex, un tributo al famoso pittore e scultore di Saint-Vincent in occasione del centesimo anniversario della sua nascita, attraverso i ricordi degli amici e la relazione critica sulla sua arte. Un incontro dal tono intimo e non celebrativo, attraverso il quale ricordare la figura di Nex tra parole, immagini e riflessioni critiche. Interverranno, moderati dal figlio Alessandro, l’Assessore regionale all’Istruzione, Università, Politiche giovanili, Affari europei e Partecipate Luciano Caveri, Gaetano Lo Presti, giornalista, scrittore e musicista, Cristina Deffeyes e Viviana Maria Vallet, dirigente struttura patrimonio storico-artistico e gestione siti culturali dell’Assessorato regionale Beni culturali.

Proprio in occasione del centenario dalla nascita dell’artista si è scelta come immagine ufficiale di Plaisirs de Culture 2021 proprio la sua opera Festa a Fénis (1985) che esprime alla perfezione l’ampio invito aperto a tutti ad avvicinarsi a questa grande festa della Cultura.

Festa a Fénis - NEX
Festa a Fénis – NEX

Inoltre, per un paio di mesi, una sala del Castello Gamba sarà interamente dedicata a Francesco Nex con l’esposizione delle sue opere attualmente di proprietà regionale cui si aggiungono tre recenti acquisizioni.

La seconda giornata del Gamba Fest proseguirà domenica 19 settembre con due appuntamenti. Alle 10 alle 11.30, alle 15.30  alle 18 il castello si animerà con Le stanze della musica, un percorso itinerante in musica del celebre romanzo illustrato per ragazzi Il Mago di Oz, che si snoda all’interno delle sale del Museo Gamba e che permetterà di interagire con le opere esposte.

Alle 17.30, poi, ci sarà spazio per un momento dedicato all’Esperienza di ADI Museum di Milano, un luogo straordinario che raccoglie i migliori prodotti del design italiano premiati con il Compasso d’oro dall’Associazione per il disegno industriale dal 1954 a oggi. In occasione del Gamba Fest la Vicepresidente Antonella Andriani sarà presente al castello di Châtillon per raccontare la collezione, la filosofia del suo allestimento e compiere una panoramica sulla storia del design italiano degli ultimi settant’anni.

Il Gamba Fest si concluderà domenica 26 settembre, alle 17.30, con la presentazione del libro Il giovane Giorgetto. Come si diventa il car designer del secolo, in cui interverranno Giorgetto Giugiaro insieme all’autore del romanzo, il giornalista, regista e conduttore televisivo Giosuè Boetto Cohen.

“Luoghi comuni”

Mercoledì 22 settembre – alle 16, alle 17 e alle 18, nell’ambito della rassegna Plaisirs de Culture en Vallée d’Aoste –, il Castello Gamba ospiterà invece le visite speciali Luoghi Comuni organizzate in sinergia con le Cooperative sociali Leone Rosso, Uniendo Raices e Trait d’union nell’ambito del progetto FAMI Impact – Fondo Asilo Migrazione Integrazione 2014-2020, Vivere in Valle d’Aosta.

Scelta appositamente per la sua ambivalenza, l’espressione “luoghi comuni” vuole sottolineare la volontà di superare ogni stereotipata barriera o pregiudizio per favorire veri incontri e occasioni di scambio nei luoghi deputati alla tutela e alla conservazione del patrimonio culturale.

Queste particolari visite guidate saranno caratterizzate dalla presenza di facilitatori culturali in lingua albanese, cinese e wolof (Africa subsahariana). Un’importante occasione di apertura e confronto per incontrare culture nei luoghi della cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura