Torna “Enfanthéâtre” tra novità e spettacoli sulla salvaguardia del “Battello Terra”

Al via la XXI edizione della rassegna teatrale per bambini e bambine “Enfanthéâtre” con tante novità: dallo spin-off “Funthéâtre” dedicato a ragazzi e ragazze delle scuole medie e superiori, allo spettacolo in patois “Lo Charaban di Petchou”, ma anche la "refezione teatrale” e il "Premio Enfanthéâtre".
Enfanthéâtre conferenza stampa
Cultura

“Ognuno di noi è membro dell’equipaggio, non siamo semplici passeggeri del Battello Terra”. Con questo spirito si presenta la stagione 2022/2023 della rassegna di teatro per bambini e bambine Enfanthéâtre. Giunto alla XXI edizione, il festival torna con tante novità che saranno raccontate in un documentario curato da Luca Dodaro. Fil rouge degli undici spettacoli in cartellone, sarà il tema della salvaguardia del pianeta e la responsabilità ambientale che ciascuno di noi ha nei confronti del “Battello Terra”

Il Festival prenderà il via il 5 novembre con lo spettacolo “Hansel e Gretel” della compagnia “Il Baule volante“. A ciascun bambino sarà offerto un piccolo scrigno, contenente da semi da piantare, per ricordare a tutti l’importanza di prendersi cura del nostro pianeta. “Abbiamo deciso di avvicinarci alla sensibilità dei bambini e dei ragazzi per dimostrare loro che comprendiamo le loro preoccupazioni e il bisogno di salvaguardare la Terra” ha spiegato la direttrice artistica del festival Fulvia Perrino.

A queste proposte, si aggiungono altri tre spettacoli, sul tema della disumanità, inseriti all’interno dello spin-off “Funthéâtre”, importante novità di quest’anno.“La rassegna – ha spiegato l’assessore all’Istruzione, alla cultura e alle politiche giovanili Samuele Tedesco – si propone di portare la magia del teatro a una fascia intermedia di pubblico, proponendo una serie di spettacoli dedicati ai ragazzi e alle ragazze che frequentano le scuole medie e superiori”. In programma a partire dall’11 novembre “Saluti dalla Terra”, a cui seguirà il 2 dicembre “Omertà” per concludere il 24 gennaio 2023 con lo spettacolo “Bent”. Proprio da una scena di quest’ultimo  trae ispirazione il logo di questa rassegna, un paio di occhiali spezzati, simbolo appunto della disumanità e della cecità nei confronti dei problemi che ci affliggono. 

Enfanthéâtre conferenza stampa
Enfanthéâtre conferenza stampa

Altre novità di questa edizione sono l’evento gratuito “Lo Charaban di Petchou” che per la prima volta porterà sul palco del Teatro Giacosa, il 26 novembre, uno spettacolo in patois dedicato ai più piccoli e la “refezione teatrale”. Quest’ultima proposta vedrà la compagnia Barabao Teatro portare alla mensa della scuola San Francesco una performance che si rifà al loro spettacolo in cartellone “Il sogno di Leonardo”. Quest’anno partirà anche il Premio della Foire de Saint-Ours “Enfanthéâtre” in collaborazione con l’Assessorato regionale alle attività produttive, energia e politiche del lavoro. Dopo gli spettacoli in scena le famiglie, in qualità di giuria, potranno scegliere il premio da consegnare alla compagnia vincitrice di questa stagione. Ad ottenere il primo premio della scorsa edizione sono state invece Alessia Candido e Giulia Nicolosi della compagnia teatrale BIBOteatro.

Enfanthéâtre conferenza stampa
Enfanthéâtre conferenza stampa

Il programma

5 novembre
Hansel e Gretel
Il baule Volante

12 novembre
L’acciarino magico
Teatro dell’Orsa

19 novembre
Ortaggi all’arrembaggio
Compagnia Filodirame

26 novembre
Lo Charabn di Petchou
Teatro Popolare Lo Charaban

3 dicembre
Il sogno di Leonardo
Barabao Teatro

10 dicembre
L’Arca
Teatro del Veneto

17 dicembre
Fabule e scarpule. Una storia di Natale
BIBOteatro

7 gennaio
La regina dell’acqua
Compagnia Gli Alcuni

14 gennaio
A deux on a moins froid!
Compagnie Les Yeux comme des Houblots

21 gennaio
Storia di un bambino e di un pinguino
Teatro Telaio

28 gennaio
C’era due colte un piede
Veronica Gonzalez

Informazioni

Prezzo di entrata
Adulti: 5 euro
Bambini/e: 3 euro

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Comune di Aosta, Ufficio Cultura al numero 0165 300549 o la biblioteca del Quartiere Cogne allo 0165 300315. Quest’anno non è più prevista la prenotazione online, ma occorre presentarsi al botteghino, con largo anticipo, prima dell’inizio dello spettacolo. Tutti gli spettacoli si terranno al teatro Giacosa di Aosta

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte