Video 

Dialogo in diretta su “Lettere Patenti e Dichiarazione di Chivasso” alla Chiesa Valdese

"Lettere patenti e dichiarazione di Chivasso" è il titolo dell'incontro promosso da la Fondation Chanoux per domani giovedì 17 febbraio alle ore 18 presso la Chiesa Valdese. Intervengono lo storico Alessandro Celi e il pastore Paolo Ribet. Streaming su Aostasera.
Cultura

Lettere patenti e dichiarazione di Chivasso“: è questo il titolo del dialogo  tra libertà religiose ed autonomie politiche promosso dalla Fondation Chanoux e previsto domani giovedì 17 febbraio alle 18 nella sala della Chiesa Valdese, in Via Croce di Città 11 ad Aosta.

All’incontro si confronteranno, moderati da Marco Gheller, Presidente della Fondation Chanoux, lo storico Alessandro Celi e Paolo Ribet, pastore della chiesa valdese di Aosta.  L’incontro sarà trasmesso anche in streaming in diretta su Aostasera.it

“L’idea è quella di considerare due fasi storiche distanti quasi un secolo, farle incontrare e capire se questo dialogo può essere utile anche all’Uomo moderno” ha sottolineato Marco Gheller.
Con le lettere patenti, adottate il 17 febbraio 1848 dal re Carlo Alberto, vengono concessi i diritti civili ai Valdesi e agli Ebrei. Sono un documento estremamente importante, preludio dello statuto albertino  e  antesignano di tutte le battaglie per la laicità dello stato. La dichiarazione di Chivasso è invece un documento stilato il 19 dicembre 1943, con il quale si prefigurava uno stato federale, repubblicano e laico. Alla redazione di questo testo contribuirono esponenti della Resistenza provenienti dalla Valle d’Aosta, tra i quali Émile Chanoux, e delle Valli Valdesi. “Le analogie sono molte e l’idea che ha ispirato l’incontro di giovedì 17 è proprio quella di  far parlare i due testi” ha concluso Gheller.

Guarda la diretta dell’evento 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura
Cultura