A Cervinia gli Stati generali dell’Associazione Architetti Arco Alpino

Una settantina di professionisti, progettisti, docenti, scienziati amministratori ed esperti saranno chiamati da domani a domenica 26 giugno a condividere riflessioni, pratiche e progetti in ambito alpino.
Architetti arco alpino
Economia

Le prospettive, il ruolo e il senso di progettare oggi in ambito alpino. Da venerdì 24 a domenica 26 giugno, il Grand Hotel Cervino di Valtournenche ospiterà gli Stati generali dell’Associazione Architetti Arco Alpino (AAA). Una settantina di professionisti, progettisti, docenti, scienziati amministratori ed esperti saranno chiamati a condividere riflessioni, pratiche e progetti.

Fondata nel 2016, l’associazione AAA ha l’obiettivo di dar vita a percorsi condivisi di confronto, conoscenza e partecipazione tra i 10 Ordini aderenti – Aosta, Belluno, Bolzano, Cuneo, Novara e Verbano Cusio Ossola, Sondrio, Torino, Trento, Udine e Vercelli -, in rappresentanza degli oltre 14.000 professionisti a essi iscritti.
L’associazione coordina iniziative legate alle tematiche culturali e professionali con rilevante caratterizzazione alpina, con l’obiettivo di far accrescere la consapevolezza che la qualità architettonica diffusa è uno strumento di benessere individuale, collettivo e sociale.

Quello valdostano rappresenta l’appuntamento centrale delle attività associative degli ultimi due anni, nei quali le due rassegne organizzate – Rassegna di Architettura Arco Alpino e Attraverso le Alpi – hanno avuto ampia circolazione in Italia e all’estero dando vita a dibattiti, mostre e confronti sui temi dell’abitare e del vivere nelle Alpi.

Partendo dagli esiti delle due rassegne, i delegati dei 10 Ordini aderenti si confronteranno in cinque tavoli multidisciplinari: amministrazione e politica locale; infrastrutture e territorio; ambiente; lavoro e spazio pubblico e comunità locale.

All’iniziativa – coordinata da Simona Cola (presidente associazione AAA) e Sandro Sapia (presidente Ordine Architetti Aosta) – parteciperanno numerose voci esterne all’associazione: Maurizio Zucca (Zucca Architettura, Torino), Roland Baldi (Roland Baldi Architects, Bolzano), Giovanni Corbellini (Politecnico di Torino), Emanuela Zilio (Cooperativa di Comunità Viso a Viso, Ostana), Michael Obrist (Feld72/Technische Universität Wien, Vienna), Luciano Bolzoni (Alpes), Sebastiano Brandolini (Comitato per la Cultura edilizia e il paesaggio di Bolzano/PoliMi), Marco Bussone (Presidente UNCEM), Antonio De Rossi (Politecnico di Torino, direttore del centro di ricerca dell’Istituto di Architettura Montana – IAM), Antonio Montani (Presidente CAI), Alessandro Guida e Viviana Rubbo (Urban Reports), Angelo Patrizio (esperto processi rigenerazione urbana) e Marcello Rossi (CNAPPC).

Il workshop sarà accompagnato dalla mostra Attraverso le Alpi – Un racconto fotografico delle trasformazioni del paesaggio alpino, organizzata dall’Ordine Architetti Aosta presso la Casa delle Guide, aperta al pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia