La Regione vende tre alloggi di Palazzo Ansermin e l’ex Cappella San Vincenzo

Due soggetti privati si sono aggiudicati i tre appartamenti di 50, 70 e 156 mq. A febbraio era stata venduta, sempre ad un privato, per 145mila euro l'ex Cappella
Palazzo Ansermin
Economia

Si è conclusa con la vendita di tre abitazioni di Palazzo Ansermin, edificio di valore storico e architettonico di Aosta che durante la costruzione dell’Hôtel de Ville ospitò gli uffici amministrativi della città di Aosta e dell’ex Cappella San Vincenzo, altro edificio di grande valore storico-artistico del Capoluogo, l’ultima asta indetta dalla Regione.

Tutti i beni erano inseriti nel Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari. Il prossimo 6 luglio si terrà invece l’asta per i ruderi di alta montagna dell’ex Rifugio Elena a Courmayeur ed dell’ex ricovero militare a La Thuile.

“Il favorire l’acquisizione e la valorizzazione di questi beni, un tempo utilizzati e ora abbandonati,  – sottolinea l’Assessore alle Opere pubbliche Carlo Marzi – consente il loro futuro riutilizzo e contribuisca a mantenere vivi i presidi nei territori di montagna”.

Due soggetti privati si sono aggiudicati i tre appartamenti. Il primo, posto al secondo piano e di 70 mq, con una base d’asta di 142,290, è stato venduto a 145mila euro. Il secondo, da 156 mq, posto al terzo piano, aveva una base d’asta di 215.645 euro ed è stato aggiudicato a 218.038 euro. Infine l’ultimo, il più piccolo, da 50 mq al quarto piano, aveva una base d’asta di 59.500 ed è stato venduto a 68.053 euro. L’aggiudicazione definitiva arriverà nei prossimi giorni. E’ invece di febbraio la vendita per 145mila euro dell’ex Cappella, che potrebbe essere ora trasformazione in una residenza turistica.

E’ andata deserta invece la vendita degli altri beni presenti nel bando. Oltre a diversi altri alloggi di Palazzo Ansermin, c’erano i beni dell’ex villaggio dei minatori in  località Boutillière a Cogne. Si tratta del fabbricato ex Onarmo a Cogne (base d’asta di 1,8 mln di euro), del Fabbricato ex Mensa (1.006.400 euro), degli ex Uffici (875.500), Stura centrale (429.250), Stura monte (595.000 euro),  Villa est e villa ovest (4.973.200) e dell’ex stazione intermedia di Epinel (117.000).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte