Dalla Bccv plafond di 28 milioni di euro per sostenere le famiglie e gli investimenti delle imprese

Sono destinati ad agricoltori, piccole e medie imprese, liberi professionisti e famiglie i 28 milioni di euro che la Bccv il 18 settembre scorso ha ottenuto sotto forma di finanziamento per quattro anni dalla Bce nell'asta pubblica indetta da quest'ultima
Economia

Sono destinati ad agricoltori, piccole e medie imprese, liberi professionisti e famiglie i 28 milioni di euro che la Bccv il 18 settembre scorso ha ottenuto sotto forma di finanziamento per quattro anni dalla Bce nell’asta pubblica indetta da quest’ultima. 

I prestiti, che verranno erogati sotto forma di sovvenzioni a scadenze rinnovabili o di mutui chirografi con garanzie Confidi, avranno un tasso che va dal 2,22 al 3%. In particolare i 28 milioni di euro sono stati suddivisi in tre plafond da 9,3 milioni ciascuno. Il primo è rivolto alle famiglie per sostenere il credito al consumo, il secondo agli agricoltori ed allevatori come anticipo dei contributi o dei conferimenti e il terzo alle Pmi o ai liberi professionisti per sostenere investimenti. 

"Purtroppo – ha sottolineato il Direttore della Bccv Maurizio Barnabé – la Banca centrale europea ha escluso da questi prestiti gli immobili e gli acquisti di prima casa. Noi però non ci siamo tirati indietro da questi aspetti e abbiamo altri prodotti come il Mutuo prima casa giovani che batte un tasso del 2.20". Proprio dal settore edilizio e da un aumento dei depositi arrivano secondo i vertici della Bccv i primi segnali di ripresa dell’economia. "Dal primo semestre del 2013 al primo 2014 – ha ricordato il Presidente Marco Linty – le pratiche di mutuo prima casa sono triplicate da 22 a 66 e le erogazioni da 3 a 9 milioni di euro". 

I prestiti ha spiegato ancora il Presidente Linty verranno erogati in base al merito creditizio del singolo richiedente. "Abbiamo cambiato la logica di affidamento in questi due anni – sottolinea ancora Barnabé – non guardiamo solo ai dati di bilancio delle imprese ma ci auspichiamo che gli imprenditori vengano a spiegare cosa vogliono fare del proprio futuro, presentandoci quindi un business plan, perché la nostra logica è quella di finanziare il futuro".

Al 12 settembre 2014 i soci Bccv sono 8.908. "L’obiettivo per fine anno – ha concluso Bernabé – è di arrivare a 9mila".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati