Edilizia, sottoscritto l’accordo per il rinnovo del contratto collettivo

L'intesa interessa 800mila lavoratori e prevede un aumento salariale di 15 euro dal 1° luglio 2014 e di 25 euro dal 1° luglio 2015. Dal 1° gennaio 2015 inoltre le imprese verseranno, per tutti i lavoratori, il contributo per la previdenza complementare.
Economia

Con il luglio 2015 i dipendenti delle imprese edili avranno 48 euro in più in busta paga. E’ quanto prevede il nuovo contratto collettivo. L’accordo per il rinnovo di quest’ultimo è stato sottoscritto ieri fra sindacati e aziende, presso la sede dell’Associazione nazionale dei costruttori edili (Ance).

L’intesa interessa 800mila lavoratori e prevede un aumento salariale di 15 euro dal 1° luglio 2014 e di 25 euro dal 1° luglio 2015. Dal 1° gennaio 2015 inoltre le imprese verseranno, per tutti i lavoratori, il contributo per la previdenza complementare, pari ad 8 euro, riparametrati su base 100 al 1° livello. L’accordo avrà però una durata più breve, ovvero andrà a scadere nel giugno del 2016. 

In una nota le segreterie regionali di Feneal Uil, Fica Cisl, Fillea Cgil e Savt costruzioni esprimono soddisfazione per l’accordo. "In Valle d’Aosta, come nel resto del paese, il settore edile è stato il più colpito da una grave crisi che ha visto, in pochi anni, la perdita di migliaia di posti di lavoro" – ricordano i sindacati – "La sottoscrizione del rinnovo contrattuale rappresenta il frutto dello sforzo comune per garantire un futuro migliore al settore dell’edilizia; siamo e restiamo convinti, infatti, che investire nel settore e ridargli centralità è il modo giusto per superare la crisi e rilanciare la crescita del paese". 

 

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia