I pendolari stanchi aprono un Blog e inviano messaggi speciali all’Assessore Marguerettaz

E’ online infatti da ieri il blog pendolaristanchivda.wordpress.com. Tra le prime iniziative lanciate dal blog un concorso “il miglior biglietto di auguri all’Assessore dei pendolari stanchi”. Oggi incontro fra Marguerettaz, Rollandin e i pendolari.
Biglietti di auguri a Marguerettaz
Economia

Dopo un gruppo su facebook “La tratta ferroviaria Aosta-Torino è imbarazzante! Ne ho i coglioni pieni!” i pendolari ora hanno un nuovo luogo dove gridare la propria rabbia contro un servizio “vergognoso” , come l’ha definito lo stesso Marguerettaz.

E’ online infatti da ieri il blog http://pendolaristanchivda.wordpress.com/. Promotrici dell’iniziativa sono alcune persone che nelle scorse settimane si erano ritrovare in un’assemblea dei pendolari, dalla quale era emersa la voglia “di rimanere in collegamento continuando a sollecitare le forze sociali, quelle politiche, le istituzioni e  tutti i cittadini a non disinteressarsi della questione.”

“L’anno che stiamo lasciando alle spalle – si legge sul blog –  è stato uno dei peggiori per il trasporto ferroviario valdostano. L’esperienza del pendolare e dell’utente medio della tratta Aosta – Torino non è mai stata così degradante con ritardi sempre più ricorrenti, i vagoni in condizioni pessime, le carrozze fredde d’inverno e roventi d’estate. Cresce la stanchezza e l’arrabbiatura per una situazione che sembra non trovare strade di soluzione.”.

Tra le prime iniziative lanciate dal blog un concorso “il miglior biglietto di auguri all’Assessore dei pendolari stanchi”.  Nell’attesa di ricevere le produzioni dei lettori il blog offre alcuni modelli che possono essere inviati a Marguerettaz.

E chissà che qualcuno non consegnerà gli auguri a mano all’Assessore. Oggi infatti è previsto un incontro fra il Comitato pendolari, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali con Rollandin e Marguerettaz.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte