L’acquisizione da parte della Regione di quote Enel torna in Consiglio regionale

La decisione è stata assunta all'unanimità dalla II Commissione "Affari generali" e la IV Commissione "Sviluppo economico". La risoluzione assunta all'unanimità dalle due commissioni sarà presentata l'11 e 12 febbraio.
Economia
Sarà iscritta all'ordine del giorno della prossima seduta consiliare, prevista per l'11 e 12 febbraio 2009, la risoluzione concernente l'acquisizione da parte della Regione Valle d'Aosta di quote di capitale di proprietà Enel.
La decisione è stata assunta all’unanimità dalla II Commissione "Affari generali" e la IV Commissione "Sviluppo economico", presiedute rispettivamente dai Consiglieri Andrea Rosset e Diego Empereur, nel corso delle quali sono avvenute le audizioni con il Presidente della Regione e i rappresentanti di Deval e Finaosta.

Gli incontri di oggi, lunedì 2 febbraio, confermano così quanto già emrso in occasione dello scorso Consiglio regionale su tale materia. “I Commissari – si legge infatti in una nota dei due presidenti di commissione – hanno potuto avere un quadro esaustivo della situazione in corso. Da una parte è stato confermato come, in virtù dell'accordo del 2000 tra Enel e Regione, la società Deval sia stata finora 'affrancata' dalle logiche di ristrutturazione e di accorpamento messe in atto in questi anni dal gruppo Enel. Deval è poi l'unica società del gruppo che predispone autonomamente il proprio budget, che gestisce gli appalti, che seleziona il personale in loco. C'è quindi la necessità di evitare che tutte queste attività vadano fuori Valle”.

Dall'altra – continua la nota – c'è la questione della distribuzione e la vendita dell'energia elettrica, attraverso la società Vallenergie, che di fatto dal 1° gennaio 2008 ha causato non pochi problemi agli utenti con i ritardi nella fatturazione. La risoluzione che sottoporremo al Consiglio va proprio in questa direzione: evitare gli svantaggi che deriverebbero dal completamento di una liberalizzazione del mercato, che impongono ragioni economiche e finanziarie, ma soprattutto consolidare il miglioramento del servizio, con una presenza operativa sul territorio e la possibilità di gestire in maniera più flessibile le politiche tariffarie. Con questa risoluzione si vuole affermare la volontà politica del Consiglio Valle di dare un indirizzo incisivo e, confidiamo, risolutivo nei confronti dell'Enel."

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia