“Per l’Aosta-Pré Saint Didier la soluzione migliore è una tramvia veloce”

Una tramvia veloce suburbana con prolungamento da Pré-Saint-Didier a Courmayeur. E' questa l'ipotesi suggerita nella bozza del Piano regionale dei Trasporti, redatto dal raggruppamento temporaneo di Imprese Tps SRL – Airis SRL – Gruppo Clas.
tram
Economia

Il futuro dell’Aosta-Pré-Saint-Didier? Una tramvia veloce suburbana con prolungamento da Pré-Saint-Didier a Courmayeur. E’ questa l’ipotesi suggerita nella bozza del Piano regionale dei Trasporti, redatto dal raggruppamento temporaneo di Imprese Tps SRL – Airis SRL – Gruppo Clas.

Il documento di programmazione e organizzazione unitaria del sistema dei trasporti, sulla base dell’analisi della situazione attuale, ipotizza scenari futuri, attraverso la simulazione e la valutazione di diverse alternative, con l’intento di migliorare la qualità della mobilità di persone e merci.
Il piano è ora al vaglio dei principali portatori di interesse, con i quali l’Assessorato regionale ai trasporti ha avviato un tavolo di confronto. Terminato questo passaggio si arriverà ad un documento condiviso e integrato che dovrà poi essere sottoposto alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS).

Nel redigere il piano le società incaricate hanno preso in esame diversi scenari che andavano dalla dismissione della linea Aosta-Pré-Saint-Didier, alla realizzazione al posto delle rotaie di una corsia dedicata agli autobus o ancora al ripristino del servizio ferroviario fino a Pré-Saint-Didier collegando poi il paese ad Entrèves con una funivia.

“Preso atto delle prime risultanze dello studio preliminare per il potenziamento del servizio di trasporto pubblico locale tra Aosta, Pré-Saint-Didier e Courmayeur, il Piano accorda, per questa tratta, – scrivono i redattori del piano – una preferenza alla soluzione del ripristino del servizio su rotaia con introduzione della tecnologia Tram Treno”. Le normative attuali obbligano però alla segregazione di linee esercite con tale tecnologia rispetto alla rete ferroviaria interconnessa. Per questo il Piano configura Aosta come stazione capotronco per le due linee (Chivasso – Aosta e Aosta – Courmayeur). Una sorta di hub su cui convergono tutte le modalità di trasporto interconnettendosi tra loro.

“La scelta della tecnologia tram-treno lascia aperta, in una prospettiva futura, – si legge ancora – sia la possibilità di una breve penetrazione tramviaria all’interno della città di Aosta che la prosecuzione sulla linea ferroviaria del tram-treno almeno fino a PontSaint-Martin una volta adeguata la normativa nazionale a quella europea”.

I tempi di percorrenza stimati sono di 50 minuti per la tratta Aosta-Pré-Saint-Didier e di 20 per l’Entrèves-Courmayeur. I passeggeri teorizzati sono 4.122 (A/R), un migliaio circa in più rispetto alle altre soluzioni prospettate.
I costi sono importanti: 124 milioni di euro euro (incluso deposito officina e sistemazioni stradali accessorie per la riorganizzazione degli schemi di circolazione a Courmayeur, adeguamento della linea Pré-Saint-Didier-Aosta e della stazione di Aosta alla circolazione tramviaria).

Le altre soluzioni

Il ripristino della ferrovia con il prolungamento fino a Courmayeur sembra essere invece lo scenario più costoso: 240 milioni di euro a cui va aggiunto il costo di ammodernamento della tratta Aosta – Pré-Saint-Didier (in corso di valutazione da parte di Rete Ferroviaria Italiana) e 32 milioni di euro per il materiale rotabile. Per adeguarsi alle nuove normative va adottato un “tracciato interamente in galleria profonda con alcune finestre nel primo tratto (prima di Verrand) e affiorante solo in prossimità di Entrèves”. Il progetto prevede inoltre la realizzazione di una stazione sotterranea a Courmayeur.

La soluzione alternativa alla realizzazione del collegamento ferroviario Pré-Saint-Didier – Courmayeur, e subordinata alla riapertura all’esercizio della linea ferroviaria Aosta – Pré-Saint-Didier, prevede la realizzazione di una linea di Bus Rapid Transit tra la Stazione di Pré-SaintDidier ed Entrèves. Il costo presunto è di 21 milioni di euro, a cui si aggiungono i costi di ammodernamento della tratta Aosta- Pré Saint Didier (in corso di valutazione da parte di Rete Ferroviaria Italiana) e quelli del materiale rotabile (BRT 3,5 milioni di euro + 24 per i treni).

Se si volesse invece realizzare una funivia per collegare Pré_Saint-Didier a Entrèves servirebbero 38 milioni di euro, a cui si aggiungono i costi di ammodernamento della tratta Aosta- Pré Saint Didier (in corso di valutazione da parte di Rete Ferroviaria Italiana) e il costo del materiale rotabile ferroviario (24 Mln). L’impianto ipotizzato è costituito da tre tratte: 1) Pré-SaintDidier – Courmayeur Sud (2,850 m.); 2) Courmayeur Sud – Courmayeur Nord (1.300 m.); 3) Courmayeur Nord – Pontal (2.450 m.). La tratta centrale ha una fermata intermedia in corrispondenza dell’ascensore inclinato per l’accesso a Piazzale Monte Bianco. Il tempo di percorrenza complessivo, in assenza di code ai tornelli, è di 23 minuti.

Lo studio prende poi in considerazione la realizzazione di una tramvia solo nella tratta Pré-Saint-Didier Courmayeur: 93 milioni di euro (incluso il deposito officina e le sistemazioni stradali accessorie per la riorganizzazione degli schemi di circolazione a Courmayeur, il materiale rotabile tranviario e assumendo la possibilità di eventuali rinforzi nei casi di picco ai 30’ con incrocio a Courmayeur Piazzale Monte Bianco) cui si aggiungono i costi di ammodernamento della tratta Aosta – Pré-Saint-Didier (in corso di valutazione da parte di Rete Ferroviaria Italiana) e 24 milioni di euro per il materiale rotabile.

Infine l’ultima ipotesi riguarda la dismissione della linea con la realizzazione di un sistema Bus Rapid Transit tra Aosta e Entrèves, dal costo di 42 milioni di euro. Quest’ultima ipotesi sembra però debole sul fronte della domanda potenziale dei viaggiatori.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia
Economia