Al via in Valle d’Aosta la stagione dei saldi invernali

Secondo le stime dell'Ufficio Studi Confcommercio, anche quest’anno lo shopping dei saldi interessa oltre 15 milioni di famiglie e ogni persona spenderà circa 119 euro, per un giro di affari di 4,2 miliardi di euro. 
Economia

Amanti dello shopping pronti a strisciare la carta di credito? Inizia oggi, lunedì 3 gennaio, la stagione dei saldi invernali.

Secondo le stime dell’Ufficio Studi Confcommercio, anche quest’anno lo shopping dei saldi interessa oltre 15 milioni di famiglie e ogni persona spenderà circa 119 euro, per un giro di affari di 4,2 miliardi di euro.

Nei giorni scorsi il presidente di Confcommercio Valle d’Aosta Graziano Dominiato aveva però manifestato qualche preoccupazione.

“Ci auguriamo che i saldi non vengano compromessi viste le nuove restrizioni previste dal decreto-legge di Natale. È indispensabile che i commercianti possano recuperare il più possibile liquidità”.

Non solo: “I saldi sono un momento sempre atteso e rappresentano un’occasione sia per i consumatori che per i commercianti, in particolar modo in questo periodo caratterizzato da continue restrizioni a causa della pandemia da Covid che ha segnato l’economia del nostro paese – prosegue Dominidiato –. Durante i saldi si potranno acquistare articoli di qualità a prezzi ridotti. Il mio consiglio è quello di fare acquisti nei negozisottocasa’, così come sostenuto nella campagna di Confcommercio”.

Nei negozi di vicinato, infatti, “i consumatori possono trovare prodotti di qualità e un servizio altamente professionale e sono il cuore pulsante che rende vive e sicure le nostre città – aggiunge il Presidente Confcommercio –. Comunque sia i saldi sono finalizzati anche a sostenere la ripartenza, nonché la ripresa del sistema commerciale valdostano. A tal proposito ci auguriamo di non dover subire ulteriori perdite a causa del Covid così come già accaduto per i saldi 2021. Compromettere anche i saldi rappresenterebbe un duro colpo per i commercianti già fortemente colpiti da due anni decisamente complicati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte