Quote latte, segnalato il rischio di superamento del quantitativo assegnato all’Italia

L'Assessorato regionale invita, quindi, gli agricoltori a "porre attenzione alla produzione conferita e alla propria quota latte; per i produttori a rischio di esubero è possibile, entro il 28 febbraio, presentare contratti in corso di campagna registrati
Economia

Italia a rischio superamento  del quantitativo totale di latte assegnato all’Italia nell’ambito del regime delle quote latte. A segnalarlo è in una nota l’Assessorato regionale all’Agricoltura che ricorda che "le trattenute effettuate obbligatoriamente dagli acquirenti per coloro che eventualmente abbiano superato il proprio quantitativo di riferimento potranno essere incamerate dall’erario e non restituite".

Inoltre vista la produzione italiana in aumento e il rischio di splafonamento elevato, potrebbe non essere possibile alcuna compensazione da parte di Agea.

L’Assessorato regionale invita, quindi, gli agricoltori a "porre attenzione alla produzione conferita e alla propria quota latte; per i produttori a rischio di esubero è possibile, entro il 28 febbraio 2015, presentare contratti in corso di campagna registrati, onde evitare il rischio di trattenute non restituibili".

Per informazioni gli interessati possono rivolgersi all’Ufficio servizi zootecnici, attrezzi agricoli/UMA di Saint Christophe (tel. 0165.275372).

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati