Usl, via libera all’assunzione di sei logopedisti

Concluso il concorso bandito tempo addietro. Presteranno servizio presso i presidi distrettuali afferenti all’area territoriale dell’Azienda Usl.
USL - Guido Rey
Economia

Arriva l’assunzione a tempo indeterminato per sei logopedisti, che nelle scorse settimane hanno superato il concorso bandito dall’Azienda Usl. Presteranno servizio presso i presidi distrettuali afferenti all’area territoriale dell’Azienda Usl.

“L’assunzione di 6 logopedisti consentirà di potenziare il servizio sul territorio – spiega Leonardo Iannizzi, direttore dell’Area territoriale – che è rivolto a favore degli utenti adulti, anziani e in età evolutiva, realizzando azioni e attività dirette alla cura e alla riabilitazione delle patologie del linguaggio e della comunicazione. Le prestazioni del logopedisti vengono effettuate negli ambulatori dei presidi distrettuali e a domicilio, su prescrizione da parte del medico curante o dello specialista. I trattamenti riabilitativi spesso interessano persone con disabilità e con disturbi comunicativi, con evidenti benefici sul piano sanitario e sociale e svolgono una importante attività di consulenza non solo per i pazienti, ma anche per i familiari, le agenzie sociali a supporto delle famiglie, della scuola e delle istituzioni”.

I logopedisti effettuano, sul territorio, attività di educazione e rieducazione di tutte le patologie che determinano disturbi della voce, della parola, del linguaggio orale e scritto e, in generale, delle disabilità comunicative e linguistiche.
Operano a livello multidisciplinare con altri specialisti, elaborano il “bilancio logopedico” volto all’individuazione dei bisogni di salute specifici e al superamento della difficoltà ed effettuano trattamenti di rieducazione utilizzando tecniche logopediche specifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia