Politica

Ultima modifica: 12 Febbraio 2019 15:45

Aosta, oltre 250mila euro investiti nello sport in poco più di un anno

Aosta - A "far di conto", via Facebook, l'Assessore comunale Carlo Marzi che somma "tutta una serie di acquisti per oltre 108mila euro" ai circa 150mila per gli interventi ai teloni del tennis, e ai tetti del PalaMiozzi e della palestra "Assale".

La fiancata del PalaMiozzi, ad Aosta

Il 5 dicembre, l’Assessore allo Sport di Aosta Carlo Marzi, aveva anticipato in Commissione consiliare qualche intervento sugli impianti – e qualche insicurezza, vedi il maneggio – per il 2019 del Capoluogo.

Ora, per “far di conto” sugli ultimi dodici mesi, si affida invece a Facebook per “rivendicare” quanto è stato investito per lo Sport a livello comunale, soprattutto a poco più di due anni – era il 2017 – dall’investitura a “Città Europea dello Sport”.

“Oggi grazie al lavoro sinergico di alcuni Uffici comunali con i quali ho l’onore di collaborare – scrive Marzi –, ma in generale grazie alla collaborazione tra Consiglio, Giunta e Amministrazione tutta, cominciano concretamente ad arrivare i primi frutti dei più importanti investimenti comunali sullo Sport e sugli impianti sportivi di Aosta degli ultimi anni”.

In foto Marzi sceglie il “pezzo” più corposo, il trattore che “permetterà agli operai del servizio comunale dello sport di operare nei nostri impianti andando a sostituire, in contemporanea, tutta una serie di mezzi che avevano oltre 20 anni”.

Oltre 108mila euro di acquisti

Investimento che, continua l’Assessore, “va a sommarsi a tutta una serie di acquisti per oltre 108.000 euro macchine lavapavimenti per palestre, spazzaneve, tagliaerbe, trattorini, pulizie straordinarie e sanificazioni, tracciatura linee negli impianti, acquisti di attrezzi per atletica, baseball, calcio, volley e basket – che sono stati fatti grazie alla possibilità di accedere ai nostri corposi risparmi (Avanzo di Ammnistrazione) e al contempo alla capacità di spendere quanto prelevato dall’Avanzo nell’ultimo trimestre del 2018. Questo perché, col nuovo sistema contabile, se i fondi disponibili non vengono spesi nell’anno in cui i soldi si ‘impegnano’ questi tornano nel salvadanaio”.

150mila euro di lavori sugli impianti

“Se tutto ciò si somma al rifacimento, a cavallo tra il 2017 e il 2018, dei teloni del Tennis che non erano stati cambiati dal 1982 – prosegue Marzi nella sua disamina – all’intervento consistente portato al tetto del PalaMiozzi, altro intervento atteso da molto tempo destinato al basket, e all’intervento di bonifica sul tetto della Palestra Assale per un totale di ulteriori 150.000 euro complessivi, grazie alla collaborazione con l’Ufficio Manutenzioni Stabili del nostro Comune, ebbene possiamo in concreto dire che questa si chiama ‘buona amministrazione”.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>