Aosta: teleriscaldamento, luminarie natalizie e ludoteche in Consiglio comunale

La seduta si aprirà alle ore 15 con l'esame di due atti, un debito fuori bilancio e una variante non sostanziale al Prgc, per proseguire poi nella parte programmatica con 10 iniziative della minoranza.
Il Consiglio Comunale
Politica

Dopo la lunga pausa estiva riprende nel pomeriggio di oggi l’attività del Consiglio comunale di Aosta. La seduta si aprirà alle ore 15 con l’esame di due atti, un debito fuori bilancio e una variante non sostanziale al Prgc, per proseguire poi nella parte programmatica con 10 iniziative della minoranza. 

Il gruppo Alpe chiederà in particolare alla Giunta di impegnarsi a ridurre la spesa per le luminarie natalizie, oggi pari a 72mila euro, cercando eventuali sponsorizzazioni da privati o associazioni di categoria. Torna al centro della seduta anche la querella mensa scolastica con una mozione congiunta di tutta la minoranza che chiede in particolare all’Assessore competente, Paron di "rivedere l’assegnatario i criteri di scelta e le modalità di attivazione delle attività di assistenza, con la corretta definizione ed esplicitazione delle metodologie interattive, producendo un documento pubblico contenente le indicazioni operative per gli addetti".

Altro tema caldo sarà il teleriscaldamento sul quale nelle scorse settimane c’è stato un confronto aspro fra consiglieri di minoranza e Telcha. La mozione "affida al Sindaco una nota di plauso e di ringraziamento per i tecnici che hanno fornito fondati elementi di valutazione che riflettono la loro professionalità ed il loro senso di responsabilità nei confronti della cittadinanza e del Comune di Aosta"

Infine dai banchi di minoranza arriverà la richiesta di informazioni sul futuro delle ludoteche comunali "La Bottega di Mastro Ciliegia" e "L’Isola che non c’è", chiuse nei mesi scorsi.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica