Bard, comune diviso a metà. Solo quattro voti di scarto fra le due liste

Ha avuto la meglio la lista “Bard - Continuità e giovani idee” sostenuta da Union Valdotaine e Stella Alpina: 47 voti di lista contro i 43 della lista “Bard Bene comune” che si colloca in area Uvp.
Deborah Jacquemet
Politica

Un risultato sul filo di lana quello di Bard dove i 95 votanti del paese si sono quasi spaccati a metà. Con soli quattro voti di scarto alla fine ha avuto la meglio la lista “Bard – Continuità e giovani idee” sostenuta da Union Valdotaine e Stella Alpina: 47 voti di lista contro i 43 della lista “Bard Bene comune” che si colloca in area Uvp.

“Sono felice, felicissima di questo risultato – ha detto Deborah Jacquemet, la più votata della lista Continuità e giovani idee e designata alla carica di sindaco” -. E’ senz’altro un risultato sul filo di lana e probabilmente abbiamo pagato il fatto di essere tutti molto giovani. Lavoreremo da subito per il bene del paese”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica