Politica di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 17 Gennaio 2020 12:25

Bilancio, la Giunta regionale chiede l’approvazione entro il mese di gennaio

Aosta - “Non abbiamo potuto eludere le difficoltà di gestione dell’ordinarietà amministrativa nell’applicazione dell’esercizio provvisorio di bilancio”, scrive l'esecutivo regionale, dopo la riunione di questa mattina, lunedì 30 dicembre.

Consiglio dicembreConsiglio dicembre

Diversi provvedimenti approvati – tra i quali spiccano i 6 milioni 137mila 679 euro per finanziare le domande di mutuo – e una consapevolezza: l’esercizio provvisorio di bilancio, che partirà dal 1° gennaio 2020, se si prolungasse, creerebbe non poche difficoltà.

La Giunta regionale riunitasi questa mattina, lunedì 30 dicembre lo scrive chiaro in una nota: “Alla luce della seduta odierna nel corso della quale sono stati approvati atti amministrativi importanti, destinati in particolare al rinnovo di convenzioni, ai fondi di rotazione e all’assegnazione di fondi misisteriali, non abbiamo potuto eludere le difficoltà di gestione dell’ordinarietà amministrativa nell’applicazione dell’esercizio provvisorio di bilancio”.

Giunta che si rivolge poi al Consiglio regionale e segna una “deadline” per l’approvazione del Bilancio: Pur proseguendo nell’attività per dare un seguito ai provvedimenti inderogabili per il funzionamento dell’attività amministrativa – proseguono il Presidente della Regione Renzo Testolin e i componenti dell’Esecutivo Mauro Baccega, Luigi Bertschy, Chantal Certan e Albert Chatrian –, portando avanti con serietà, responsabilità e impegno il proprio ruolo amministrativo, la Giunta vuole sottolineare con forza la necessità di addivenire al più presto ed entro il mese di gennaio all’approvazione del Bilancio regionale, al fine di superare le difficoltà amministrative che derivano dai limiti dell’esercizio provvisorio”.

“Spetta quindi a tutti gli eletti, ai gruppi e ai movimenti – chiude la nota dell’esecutivo – lavorare e impegnarsi per l’elaborazione dello scenario politico e amministrativo futuro”.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>