Campagna elettorale, Mercalli chiede la rimozione di un post con la sua immagine

Il post riportava alcune dichiarazioni rese dal noto climatologo su Cime Bianche durante un incontro pubblico. 
post Luca Mercalli
Politica

Non ha gradito di vedere la sua foto e le sue dichiarazioni associate ad una lista elettorale. Per questo il climatologo Luca Mercalli ha chiesto a Valle d’Aosta Aperta, che candida alle prossime elezioni politiche Daria Pulz e Erika Guichardaz, la rimozione del post comparso nei giorni scorsi sui social.

Il post riportava alcune dichiarazioni rese dal noto climatologo su Cime Bianche durante un incontro pubblico.

“Una posizione condivisibile e coerente con quanto spiegato dal climatologo in questi anni di impegno contro il riscaldamento globale”. – ricordano in una nota le due candidate di Valle d’Aosta Aperta –  “Siamo stati successivamente contattati da Mercalli per chiedere di non associare la sua immagine a quella di un movimento politico. Naturalmente, abbiamo subito provveduto a modificare il post”.

 

5 risposte

  1. Proprio per essere obiettivi, bisogna ammettere sicuramente che, questo è un grossolano errore da parte di tale lista. In quanto prima di affiancare la foto personale di un libero cittadino alla propria lista elettorale, si chiede, appunto, il permesso di usufruire di tale integrazione al legittimo proprietario.Invito pertanto tale lista, a non scadere nella squallida propaganda elettorale di bassissimo livello. E della quale ahinoi, siamo oramai costretti a subire da parecchi decenni, e da parte della totalità delle varie forze politiche italiane.

    Suggerisco dunque in modo costruttivo a tale lista – per evitare di perdere stupidamente consensi – di puntare esclusivamente sui temi concreti che interessano a molti cittadini. Ovvero; lavoro dignitoso, diritti, uguaglianza, lotta alle varie mafie (anche allo sporco voto di scambio usato da parecchi politicanti parassiti), lotta alla corruzione e collusione (le quali sono oramai a tutti i livelli e anche all’interno delle istituzioni stesse [roba da paese del 4° mondo]), rispetto e salvaguardia dell’ambiente.

    Questi sono solo alcuni temi fondamentali per una vera forza politica che si dice Progressista; e da non tralasciare in modo assoluto. In quanto vi sono parecchi elettori i quali, sognano già da 30 anni un’Italia Progressista, giusta e solidale.

    Da ultimo, si riprende doverosamente parte di un discorso del Giudice Paolo Borsellino, tenuto ai cittadini siciliani:
    “La lotta alla mafia, il primo problema da risolvere nella nostra terra bellissima e disgraziata, non doveva essere soltanto una distaccata opera di repressione, ma un movimento culturale e morale che coinvolgesse tutti e specialmente le giovani generazioni, le più adatte a sentire subito la bellezza del fresco profumo di libertà, che fa rifiutare il puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità.“ 

  2. Mercalli ha pienamente ragione, anche perchè il cittadino comune come me collega inevitabilmente l’immagine di LM a un qualche coinvolgimento con la lista politica che appare sul manifesto.. Bene avrebbero fatto le due candidate a chiedere l’autorizzazione all’interessato, per educazione e per rispetto dell’immagine altrui.

  3. Rispettavo questa persona, leggevo i suoi articoli, ascoltavo le sue interviste. Provo profonda delusione. Spero si tratti di un fraintendimento altrimenti mi viene da pensare che a parole sono tutti bravi, poi nei fatti, nella lotta sono dei cuor di leoni che si tirano indietro. Capisco che esprima pareri per la Regione Valle d’Aosta da cui penso sia retribuito ma siamo in un momento storico in cui bisogna scegliere nella pratica da che parte stare: con chi vuole distruggere la Natura o con chi vuole salvaguardarla. Coraggio Mercalli, lotti con i fatti e non solo a parole.

    1. Tutto bene, però è stata la lista medesima a mandare alle redazioni un comunicato stampa con quanto accaduto, dal titolo “Comunicato stampa Valle d’Aosta Aperta – Precisazioni Mercalli/Cime Bianche”.
      Quindi no, qui nessuno dà contro a nessuno e non ci sono “persone scomode”. Solita illazione infondata, verrebbe da dire.
      Saluti,
      LV

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte