Celebrati in Consiglio i 30 anni della Convenzione sui diritti dell’infanzia

L'iniziativa rientra nell'ambito del progetto #KidsTakeover, proposto dall'UNICEF: le celebrazioni continueranno questa sera, quando l'Arco d'Augusto sarà illuminato di blu
Classe V B RAMIRES
Politica

Sono stati i bambini della classe 5° B della Ettore Ramires di Aosta i protagonisti dell’avvio dei lavori del Consiglio regionale.
I piccoli, accompagnati dalle insegnanti Silvia Balducci e Ornella D’Addezio, sono stati accolti in aula nell’ambito delle celebrazioni dei 30 anni della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, approvata dall’ONU il 20 novembre 1989.

Presente anche la Presidente del Comitato regionale per l’UNICEF della Valle d’Aosta, Rita Balzi e il Garante per l’infanzia e l’adolescenza, Enrico Formento Dojot.
Gli studenti hanno chiesto più attenzione e manutenzione sui parchi giochi e nuove ludoteche.

“I temi da voi proposti, le scuole, i parchi, la sicurezza, ci stanno particolarmente a cuore.  – ha risposto loro il Presidente della Regione, Antonio Fosson – Vi ricordo che stiamo rivedendo la programmazione di tutte le strutture scolastiche, affinché non vi siano solo aule ma ci siano spazi ricreativi.”.

Anche la Presidente del Consiglio regionale Emily Rini ha accolto con favore le proposte dei bambini. “Ci avete portato delle idee per migliorare la nostra realtà, come fanno i buoni cittadini e come facciamo in quest’Aula, cercando, tra le idee diverse, di trovare delle sintesi.”

L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto #KidsTakeover, proposto dall’UNICEF: le celebrazioni continueranno questa sera, alle 18.30, quando l’Arco d’Augusto sarà illuminato di blu in collaborazione con la Soprintendenza per i beni e le attività culturali, diventando parte dell’iniziativa internazionale «go blue» che colora monumenti in tutto il mondo.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica