Politica di Silvia Savoye |

Ultima modifica: 23 Febbraio 2020 17:24

Comunali e regionali, iniziate le “grandi manovre”

Aosta - I partiti di maggioranza in piazza Chanoux hanno iniziato oggi le trattative. La volontà è di allargare quanto più possibile il tavolo per contrastare l'ascesa del centro destra.

Il municipio di Aosta

Se sulle regionali la preferenza unica porterà i vari movimenti ad andare in ordine sparso, sulle comunali, specie nella corsa per Piazza Chanoux, la volontà sembra quella di una grande ammucchiata contro la Lega. Le attuali forze di maggioranza in Municipio hanno avviato il tavolo delle trattative, al quale nei prossimi giorni inviteranno gli altri movimenti decisi a contrastare l’ascesa del centro destra.

A parte il Pd e la Stella Alpina, la volontà degli altri movimenti è di voltare pagina. Se la decisione fosse confermata il primo cittadino Fulvio Centoz si troverebbe solo con il suo progetto “Aosta coraggio”, sul quale ad oggi sembra aver mostrato interesse solo Rete Civica.
Ufficialmente nomi alternativi all’attuale sindaco non sono stati fatti. Rumors girano intorno al ticket Gianni Nuti/Titti Forcellati. Ambizioni da sindaco le ha anche l’Assessore Uv Delio Donzel, mentre sembra che la presidente del Consiglio comunale Sara Favre guardi ora con più interesse a Piazza Deffeyes, come la sua collega, la vice sindaca Antonella Marcoz.
Sul fronte Lega tutto tace, mentre a casa dei Cinquestelle si è ancora alla ricerca del candidato sindaco. Non sarà sicuramente il consigliere uscente e già candidato alla fusciacca nel 2015 Luca Lotto, deciso a uscire di scena.

A fare un passo indietro fra i grillini è in Regione anche Luigi Vesan. Con un lungo post su Facebook il consigliere regionale spiega di aver deciso di non ripresentarsi. “Per evitare i rischi di “affezione alla poltrona” che periodicamente “affliggono” chi fa politica, sono convinto che trascorrere un periodo da semplice cittadino, confrontandosi con la vita di tutti i giorni e con un lavoro “normale” – spiega – possa essere particolarmente utile per ricaricare le pile e garantire l’oggettività, indispensabile nel caso di un eventuale futuro impegno”.

Fra i consiglieri uscenti sembra che analoga decisione potrebbe essere presa da Joel Farcoz. Il diretto interessato fa sapere di essere in “fase di riflessione”.  Fra i possibili esponenti Uv della “Coumba” rimane da chiarire la candidabilità dell’ex Assessore al Turismo Aurelio Marguerettaz. Il Leone Rampante ha dato mandato alla proprie sezioni di designare entro il 2 marzo i propri candidati alle regionali.

Parlando di ex sembra sia in cerca di una casa l’”’imperatore” Augusto Rollandin. I rumors lo danno in avvicinamento alla Stella Alpina. L’eventuale elezione dell’ex presidente della Regione, condannato in primo grado per corruzione a 4 anni e 6 mesi, farebbe scattare la sospensione dall’incarico per la Legge Severino, con conseguente surroga. Sembra interessato a ritornare in piazza Deffeyes anche Marco Viérin.
L’Edelweiss potrebbe poi accogliere anche Italia Viva dei coordinatori Giovanni Sandri e Anita Monbelloni che in un comunicato stampa ieri spiegavano di voler avviare un confronto con +Europa e Azione (Calenda) “per coordinare le scelte dell’area riformista per le regionali nell’ipotesi o di presentare una lista comune o di inserire delle candidate e dei candidati comuni in una lista alleata”.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>