Politica

Ultima modifica: 19 Giugno 2018 21:12

#ConsVda, dopo sei ore di dibattito il “Rollandin-bis” è realtà

Aosta - Eletta e insediata la nuova giunta i consiglieri dovranno ora votare il candidato presidente del Consiglio, Marco Viérin a cui serviranno 24 voti alla prima votazione. Nel luglio scorso la minoranza uscì dall'aula rinviando l'elezione.

Dopo 75 giorni di stallo politico e sei ore di dibattito, a tratti acceso, il Rollandin-bis diventa realtà con il classico 18 a 17.
Ego Perron, uno dei sei “responsabili” poi rientrati nei ranghi andrà quindi a sostituire Mauro Baccega al Bilancio e Finanze, recuperando anche le deleghe al Casinò. A sua volta Baccega traslocherà alle Opere Pubbliche, al posto di Marco Viérin, destinato alla Presidenza del Consiglio regionale. La dimissionaria Emily Rini traslocherà all’assessorato Istruzione e Cultura, al posto di Joel Farcoz che dovrà invece accontentarsi della Presidenza della I Commissione permanente, "Istituzioni e autonomia". Rimarranno al loro posto Aurelio Marguerettaz (Turismo), Antonio Fosson (Sanità), Renzo Testolin (Agricoltura) e l’assessore in quota Edelweiss Pierluigi Marquis (Attività Produttive).

Eletta e insediata la nuova giunta, i consiglieri dovranno ora votare il candidato presidente del Consiglio, Marco Viérin a cui serviranno 24 voti alla prima votazione. Nel luglio scorso la minoranza uscì dall’aula rinviando l’elezione di Emily Rini di qualche giorno.

 

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>