Politica di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 23 Novembre 2020 18:04

Coronavirus, anche Italia Viva chiede test rapidi per tutta la popolazione

Aosta - "L'unico modo per contenere seriamente l'epidemia Covid19 è scoprire i positivi asintomatici ed isolarli.  - scrive il movimento - La provincia autonoma di Bolzano/Bozen ha testato in soli tre giorni 322.313 abitanti, il 63,9% della popolazione, ma la quasi totalità al netto dei giovanissimi".

Tampone, coronavirusmedical

Dopo Alliance Valdotaine anche Italia Viva VdA chiede al Governo regionale di avviare una campagna di screening di tutta la popolazione valdostana. 
“L’unico modo per contenere seriamente l’epidemia Covid19 è scoprire i positivi asintomatici ed isolarli.  – scrive il movimento – La provincia autonoma di Bolzano/Bozen ha testato in soli tre giorni 322.313 abitanti, il 63,9% della popolazione, ma la quasi totalità al netto dei giovanissimi. Sono stati scoperti ben 3186 positivi asintomatici, immediatamente posti in quarantena”.

L’auspicio di Italia Viva Valle d’Aosta è che “sull’esempio di una realtà autonoma simile alla nostra, una stessa scelta venga fatta anche nella nostra regione, a tutela della salute della popolazione e al fine di ridurre al più presto le restrizioni sociali ed economiche”.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo