Crisi di governo, la Lega torna a chiedere le elezioni anticipate

La politica comincia a muoversi attorno alla decisione del consigliere Restano di uscire dalla maggioranza in Consiglio regionale. Il "Carroccio" torna ad invocare il ritorno alle urne: "Vediamo se qualcuno avrà la spudoratezza di accorrere in soccorso di questa illegittima maggioranza”.
Gruppo Lega
Politica

Mentre a Palazzo regionale Claudio Restano “consuma” la rottura con Pour Notre Vallée e, di fatto, rovescia il 18 a 17 che teneva in piedi fino ad oggi il Governo Fosson, le reazioni politiche non si fanno attendere.

A partire da chi con Restano è concorde nell’invocare elezioni anticipate, ovvero la Lega che, giusto la settimana scorsa si era detta nuovamente contraria a qualsiasi accordo per un nuovo esecutivo.

Lega che ribadisce ancora la “voglia di urne”, forte anche del risultato delle Europee. Via Facebook, infatti, il “Carroccio” valdostano rende noto il commento di Marialice Boldi, che guida il movimento in qualità di Commissario, con un telegrafico: “Noi siamo pronti da tempo a tornare al voto. Vediamo se qualcuno avrà la spudoratezza di accorrere in soccorso di questa illegittima maggioranza”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica