Politica

Ultima modifica: 22 Agosto 2019 10:14

Crisi Governo, Lanièce: “Disponibili al dialogo con un nuovo esecutivo M5S-Pd”

Aosta - Al termine del colloquio avuto con il Presidente Mattarella, il vice presidente del gruppo delle autonomie, Albert Lanièce ha ricordato i "paletti posti" all'appoggio di un nuovo esecutivo.

Consultazioni Quirinale Lanièce - Foto Twitter QuirinaleConsultazioni Quirinale Lanièce - Foto Twitter Quirinale

“Siamo disponibili al dialogo con una maggioranza diversa, ma poniamo una serie di paletti”. E’ quanto ha sostenuto davanti al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il gruppo per le autonomie (Svp, Patt e Uv) di cui fa parte il senatore valdostano Albert Lanièce. Un quarto d’ora circa il colloquio avuto al Quirinale, al termine del quale ha preso la parola Julia Unterberger della Svp, sottolineando come sarebbe “irresponsabile” tornare a votare ad ottobre con la legge di bilancio da approvare e l’aumento dell’Iva da scongiurare.

A snocciolare i paletti che il gruppo pone ad un eventuale esecutivo Pd-M5S è stato il vice presidente del Gruppo, il senatore Albert Lanièce: “Una vocazione nettamente europeista, un esplicito riconoscimento e valorizzazione delle autonomie speciali e delle minoranze linguistiche e che ci sia un impegno serio e concreto a sostenere le politiche concrete e attive per i territori di montagna”. 

Julia Unterberger della Svp si è spinta più in là, sostenendo un eventuale appoggio ad un “Conte bis”. “La figura del Premier a noi piace   – ha detto la donna –  sarebbe un peccato non utilizzare questo modo di fare politica così diverso da tanti politici italiani che vediamo urlare Twitter”.

 

lanièce
lanièce

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>