Dal Cpel via libera al costo unitario ottimale anche per i servizi all’infanzia

Dopo il costo standard individuato ad aprile per i servizi socio-assistenziali agli anziani il Consiglio Permanente degli Enti Locali ha approvato all'unanimità la proposta di attribuire un costo ottimale anche per i servizi destinati all'infanzia.
L'assemblea Cpel
Politica

Dopo il costo unitario ottimale individuato ad aprile per i servizi socio-assistenziali rivolti agli anziani il Cpel ha approvato all’unanimità, questo pomeriggio, la proposta di attribuire un costo standard anche per i servizi destinati all’infanzia.

"La volontà è quella di stipulare un protocollo d’intesa con l’Assessorato regionale alla Sanità – ha spiegato il Sindaco di Fénis e responsabile per le Politiche per la Famiglia del Cpel Giusto Perron –per individuare il costo ottimale da attribuire. L’Assessorato ha già redatto i criteri di cui tenere conto, e che vanno incontro alla necessità di razionalizzare le spese”.

Una razionalizzazione che ha però l’obiettivo conclamato di mantenere intatti gli standard dei servizi stessi: “Il costo – ha puntualizzato il Presidente del Consiglio Permanente degli Enti Locali, Bruno Giordano – si riverbererà sui trasferimenti, come già avviene per i servizi agli anziani. Con questo parere si potrà cominciare a definire la convenzione che consentirà di discutere sin da subito, in un dialogo tra Amministrazione regionale, Cpel e gruppi di lavoro politici e tecnici, al costo che consenta di mantenere sia la quantità che la qualità di servizi erogati fino ad oggi”. 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica