Politica di Luca Ventrice |

Ultima modifica: 19 Dicembre 2019 12:24

Egomnia, l’Uv all’attacco di Elisa Tripodi: “iniziative per ostacolare l’Autonomia”

Aosta - Non è andata giù al "Mouvement" il question time presentato ieri dalla deputata valdostana al Ministro Boccia sullo scioglimento del Consiglio regionale. Union che poi punta Salvini, domani ad Aosta: "non abbiamo bisogno di falsi moralisti lombardi”.

La sede dell'Union valdotaine

In un momento complesso, l’Union Valdôtaine sente la “sindrome da accerchiamento”.

Da un lato la deputata valdostana pentastellata Elisa Tripodi, che ha chiesto alla Camera al Ministro Boccia se sia possibile – dopo i fatti emersi dall’inchiesta “Egomnia” – sciogliere il Consiglio regionale, dall’altro l’arrivo ad Aosta domani, venerdì 20 dicembre, del Segretario federale della Lega Matteo Salvini che torna alla carica e chiede elezioni immediate anche in Valle.

L’Uv parte da lontano, da quel “19 dicembre 1943”, cioè dall’anniversario della Dichiarazione di Chivasso, il “faro brillante e chiaro per tutti questi popoli, grandi o piccoli, che cercano la loro autodeterminazione”.

Poi il “Mouvement” punta dritto verso Tripodi e Salvini con, da un lato, “la nostra deputata che sembra voler parlare o promuovere iniziative in Parlamento solo per mettere ostacoli sulla strada dell’Autonomia valdostana”, dall’altro “un leader di un movimento nazionalista che viene in Valle d’Aosta per farci la morale, la stessa persona che ha evitato il processo con un voto in parlamento e a capo di un partito con molti indagati in tutta Italia e ai quali la magistratura ha confiscato 49 milioni di euro”.

“La situazione politica in Valle d’Aosta è spaventosamente grave e una reazione immediata e forte è ormai inevitabile, ma non abbiamo bisogno di falsi moralisti lombardi”.

3 commenti su “Egomnia, l’Uv all’attacco di Elisa Tripodi: “iniziative per ostacolare l’Autonomia””

  • L’autonomia valdostana è minata da partiti come L’Uv che fanno esattamente l’opposto di quanto dichiarano sputtanandoci a livello mondiale. Le ultime inchieste su corruzione elettorale e mafia-politica ce ne danno un ampio spaccato.

    L’unica cosa che intererssa all’uv è il potere fine a se stesso e per conservarlo son disposti a qualunque cosa. Della Valle d’Aosta gli importa nulla.

  • E’ di oggi la notizia che la Vda è esclusa dal comitato regioni rappresentati in Ue, grazie Uv e affiliati.

    L’autonomia minata dai falsi autonomisti.

  • Il Padre padrone dell’Uv, degli ultimi decenni, Rollandin a gennaio di quest’anno, dopo aver sentito puzza di bruciato ha pensato bene di intestare 289 (duecentottantanove) beni immobili alla figlia.

    Questo è chiaro esempio di cosa significa “autonomia” per gli esponenti Uv.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>