Elezioni Aosta, salta la candidatura di Bertucco a vicesindaco. “Tentativi continui di screditarmi”

La comunicazione è arrivata nel corso di una riunione fra le varie delegazioni politiche. In una lettera è lo stesso Bertucco a spiegare le ragioni.
Politica

Nuovo colpo di scena nella campagna per le elezioni comunali di Aosta. Simone Bertucco, designato dall’Uv, quale candidato a vice sindaco della coalizione con Stella Alpina, Pd e Creare Vda esce di scena. La comunicazione è arrivata, dopo che per tutto il pomeriggio la notizia si era rincorsa, nel corso di una riunione fra le varie delegazioni politiche. In una lettera è lo stesso Bertucco a spiegare le ragioni. 

"Fin dal primo momento – scrive nella missiva rivolta al Presidente del Leone Rampante, Ennio Pastoret –  è iniziato un percorso personale che, obbligatoriamente, coinvolgeva i miei famigliari, gli amici e le persone a me più vicine. Nei giorni scorsi mi sono però sentito immotivamente messo sotto accusa con allusioni e attribuzioni prive di fondamento nei miei confronti e in quelli della cerchia di persone a me più care. Ho provveduto a lasciare tutti i miei incarichi dimissionando dalle società di cui facevo parte lasciando anche il mio lavoro interno, cosa non facile e ritengo assai rara…pensavo che, a poco a poco, tutto questo si comprendesse. Così non è stato. Ritengo che non ci siano le condizioni per condurre una campagna elettorale serena che sarebbe segnata da sospetti, allusioni e falsità insopportabili."

La scelta di ritirarsi, continua Bertucco, "è fatta in piena coscienza, finalizzata a tutelare i miei affetti, la mia famiglia, i miei amici, i miei ex soci e le loro famiglie. Sono una persona serena e responsabile e mi rendo conto che, purtroppo, questi attacchi infondati, che si traducono in un continuo tentativo di screditarmi, al di là del dolore personale che possono provocare a me ed alle persone che mi sono vicine, rischierebbero anche di destabilizzare gli equilibri e l’azione dell’alleanza politica della coalizione a cui tengo, a cui credo ed alla quale sono legato."

Nessuna, quindi, rinuncia per "presunte incompatibilità, ineleggibilità o cause ostative, ma ragioni del tutto personali" sottolinea in un comunicato stampa il Presidente Uv, Ennio Pastoret che con i responsabili delle forze politiche che formano la coalizione autonomista di centro-sinistra ha "espresso apprezzamento per il gesto fatto con profondo senso di responsabilità".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica