Il Consiglio regionale in assemblea tre giorni per la Finanziaria regionale e Bilancio di previsione

Da mercoledì 1 dicembre il Consiglio regionale è chiamato in assemblea per discutere e analizzare i documenti finanziari oltre che l’accordo appena siglato con lo Stato nell'ambito del processo di attuazione del federalismo fiscale.
Politica

Una seduta di tre giorni che si concentrerà principalmente su Finanziaria regionale e Bilancio di previsione 2011-2013, è quella che prenderà il via domani mercoledì 1 dicembre. Il Consiglio regionale è chiamato a discutere i documenti a tema finanziario oltre ai contenuti dell’accordo con lo Stato per il coordinamento della finanza pubblica nell’ambito del processo di attuazione del federalismo fiscale, in attuazione dell’articolo 119 della Costituzione.

Sul fronte dell’attività ispettiva, che sarà chiusa probabilmente il primo giorno per concentrarsi poi sui documenti finanziari e la relativa discussione in aula, il gruppo di opposizione dell’Alpe interrogherà la Giunta sui ritardi nell’erogazione dell’indennità compensativa e delle misure agroambientali relative agli anni 2008 e 2009, e presenterà sei interpellanze tra i cui temi figurano la “proliferazione di medie strutture di vendita nel territorio regionale”, l’accorpamento delle Società operanti nell’ambito dei Consorzi di Garanzia Fidi, utilizzo di fabbricati di proprietà regionale da parte di cooperative agricole; problematiche concernenti la struttura “Casa per la salute della mente” di Brusson.

Il Popolo della Libertà con un’interpellanza punta l’attenzione sull’acquisto di prodotti provenienti dalla Cina da parte della Compagnia Valdostana delle Acque (CVA).

Il Partito Democratico si concentrerà invece sui temi legati alla viabilità con la sistemazione della rete viaria e la definizione delle fermate delle autolinee sulla strada statale 26 nel tratto Aosta-Quart oltre che sugli interventi per la tutela della salute dei lavoratori operanti all’interno del Traforo del Monte Bianco.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte