Ludopatia, la maggioranza presenterà un disegno di legge. L’opposizione: “Copiano”

Oggi sono iniziate le audizioni in V Commissione di associazioni e responsabili di servizi in relazione alla proposta di legge presentata da Alpe, Pd-Sinistra Vda e dal M5S.
Politica

Arriverà nei prossimi giorni il disegno di legge della maggioranza sulle ludopatie. Ad annunciarlo è il vice capogruppo Uv, Claudio Restano, al termine dei lavori della quinta Commissione Servizi sociali che proprio oggi ha audito associazioni e responsabili di servizi in relazione alla proposta di legge presentata da Alpe, Pd-Sinistra Vda e dal M5S. 

In particolare oggi sono stati sentiti i rappresentanti del servizio per le dipendenze dell’Usl Valle d’Aosta, della Casino de la Vallée, del Consiglio permanente degli Enti locali, della Confcommercio imprese per l’Italia Valle d’Aosta e delle Organizzazioni sindacali.

"Il disegno di legge è pronto e verrà presentato nei prossimi giorni dalla Giunta. – spiega Restano – Il testo è in parte diverso da quello della minoranza e vuole essere la base per un confronto con l’obiettivo di arrivare ad un testo condiviso che accolga anche le suggestioni importanti che ci sono giunte oggi. Il problema delle ludopatie comincia a farsi sentire anche in Valle d’Aosta ed è importante lavorare sulla prevenzione, basti pensare che su ogni malato accertato ne esistono altri sei potenziali".

La notizia dell’arrivo del disegno di legge da parte della maggioranza non viene presa bene dall’opposizione che in una nota definisce tale decisione "usurpatoria e irrispettosa". Scrivono Uvp, Alpe, Pd-Sinistra Vda e M5S: "Ancora una volta, con tale comportamento si contraddice la volontà di condivisione tanto declamata dalla maggioranza durante le ultime sedute del Consiglio". L’opposizione sottolinea poi come la propria proposta di legge "frutto di un lavoro che dura dall’inizio della Legislatura, ha riscontrato l’interesse delle rappresentanze audite in Commissione". 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica