Politica di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 13 Luglio 2020 17:09

Misure anticrisi, Cognetta attacca i sindaci: “Sono ridicoli”

Aosta - Secondo il consigliere regionale di Vda Libra "i comuni spendono e spandono i soldi che ricevono per aumenti degli stipendi a Sindaci e Giunta, premi ai dipendenti e soprattutto lavori e favori agli amici degli amici, e non gli basta ancora, vogliono di più, perché le promesse in campagna elettorale non sono mai abbastanza"

I Sindaci in piazza DeffeyesImmagine di archivio

“Se mi dai i soldi che ti chiedo sei bravo, altrimenti sei contrario all’autonomia, perché l’autonomia si conquista solo con gli euro: questo, in sintesi, il pensiero veicolato dai Sindaci valdostani.” A sostenerlo è il Consigliere del gruppo Vdalibra Roberto Cognetta, che aggiunge: “Con l’ultima legge approvata dal Consiglio regionale, i Comuni si dividono risorse per 35 milioni 400 mila euro, che a parere dei Sindaci sono una piccola cifra. Le aziende, invece – che, tra tasse dirette e indirette, versano alla Regione centinaia di milioni di euro l’anno – riceveranno tra aiuti diretti, acquisto di DPI e aiuti per prestiti agevolati 61 milioni 130 mila euro. Poche briciole nel momento della difficoltà: a questo punto l’ingiustizia delle richieste dei Sindaci appare evidente.”

Secondo il consigliere regionale di Vda Libra “i comuni spendono e spandono i soldi che ricevono per aumenti degli stipendi a Sindaci e Giunta, premi ai dipendenti e soprattutto lavori e favori agli amici degli amici, e non gli basta ancora, vogliono di più, perché le promesse in campagna elettorale non sono mai abbastanza, e quando gli si impone di usare i soldi per l’emergenza sanitaria o scolastica fanno pure le manifestazioni sotto Palazzo. Sono ridicoli!”

Infine Cognetta spiega di stare ancora aspettando, come annunciato, che qualcuno dei sindaci restituisca la fusciacca “almeno avrebbe il merito di far seguire le parole ai fatti, una volta tanto.”

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

4 commenti su “Misure anticrisi, Cognetta attacca i sindaci: “Sono ridicoli””

  • Penso che i sindaci non abbiano tempo da perdere con una persona come Cognetta che ora parla parla ma vigliaccamente non si è presentato all’incontro chiesto dai sindaci.sicuramente lui il sindaco non lo potrebbe fare perché dovrebbe lavorare e ancor peggio dovrebbe rinunciare al suo lauto stipendio . Ma cosa ha fatto in questi anni? Come si è guadagnato i soldi che tutti i contribuenti gli hanno elargito? Per non dover tagliarsi lo stipendio ha addirittura cambiato partito… Penoso

  • Non condivido i modi con cui cognetta ha esposto il proprio pensiero ma se la si interpreta come una mera provocazione direi che non ha tutti i torti, anzi, sono argomenti che fanno riflettere…. poi ovviamente non tutti i sindaci sono uguali… per fortuna!

Commenta questo articolo