Pd: giudizio negativo sugli indirizzi della maggioranza, in standby il voto per la Giunta

Il Partito democrativo ha tracciato un bilancio dell'attività svolta in Consiglio comunale ad Aosta. "manca il cambio di passo tanto proclamato" e "una riflessione politica impostata sul rapporto tra pubblico e privato". Voto alla Giunta Giordano: 6 --
Conferenza di bilancio del Pd in Consiglio comunale
Politica

“Il Pd è una forza di opposizione costruttiva e non urlata” dice Michele Monteleone, capogruppo del movimento in Consiglio comunale ad Aosta durante la conferenza di bilancio dell’attività, ma è bene aggiungere che l’intenzione va oltre il ruolo oggi ricoperto, come ha sottolineato la consigliera Giuliana FerreroAbbiamo esperienza di governo forte. Siamo una minoranza momentanea perché vogliamo tornare a gestire i processi grazie alla fiducia che vogliamo raccogliere tra la popolazione”.

Il bilancio di fine anno del Pd in Consiglio comunale ha ripercorso l’attività svolta senza particolari exploit, un riassunto di quanto fatto e un ripasso degli indirizzi e dell’azione del movimento politico. Una cosa il PD ci tiene comunque ad evidenziarla: “Stiamo molto sui contenuti – ha detto con forza Ferrero –  e la maggioranza ha conosciuto un Pd serio, responsabile e molto preparato”. I numeri, 20iniziative presentate da settembre, restituiscono un’azione efficace che punta sui temi di attualità afferma ancora il movimento che se da un lato parla di un clima serio in Consiglio evidenzia anche che il tanto proclamato “cambio di passo” della maggioranza non c’è stato “a parte qualche cambio di volti in Giunta”.

A giustificare tale giudizio è secondo il Pd il bilancio previsionale appena approvato che testimonierebbe un’identità di parole rispetto al precedente, cioè un’azione che segue un solco già tracciato in precedenza e che non porta nulla di nuovo. Il giudizio è negativo su questo fronte mentre rimane in standby il giudizio sulla Giunta Giordano poiché ancora in rodaggio daremo un giudizio ad un anno di legislatura” evidenzia Monteleone che tuttavia assegna un 6 – –  a chi gli chiede di dare comunque un voto momentaneo.

Per il futuro il grande tema, oggi ancora assente nella riflessione politica e negli indirizzi prossimi, è il ruolo dell’amministrazione pubblica nel rapporto tra pubblico e privato, secondo Giuliana Ferrero, con riferimento alla gestione dei servizi. Altro tasto toccato dal movimento è l’assenza del ruolo centrale di Aosta rispetto al territorio, sia per la dipendenza dalle scelte dell’Amministrazione regionale, sia per una sorta di parificazione tra comuni in Valle, che non porterebbe ancora il capoluogo ad essere tale.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte