Recovery Fund, Lanièce: “Serve ora attenzione alle specificità e i bisogni dei territori”

"Oggi l’Italia ha una grande opportunità. E il merito è di questo Governo, che ha chiuso un ottimo accordo, e dell’Europa, che ha dimostrato il suo volto solidale e rilanciato le ragioni di un sempre maggiore processo di unificazione.”
Albert Lanièce
Politica

“L’accordo europeo è un’ottima notizia per l’Italia, che potrà contare su ingenti risorse per la ripresa e per fare riforme in grado di modernizzare il sistema.” Così a margine dell’informativa in Senato del Presidente Conte, il senatore dell’Union Valdotaine e vicepresidente del Gruppo per le Autonomie, Albert Lanièce.

“208 miliardi, di cui una quota consistente a fondo perduto, fanno dell’Italia la principale beneficiaria del piano d’aiuti. Ma è un bene anche che queste risorse siano collegate a un piano di interventi per lo sviluppo tecnologico, la transizione ecologica, il rafforzamento delle reti di protezione sociale. Adesso però viene la parte più importante: il Governo si metta subito al lavoro, con il coinvolgimento delle regioni e province autonome che devono essere chiamate a un ruolo di primaria importanza”.

L’auspicio del senatore valdostano è che “gli interventi per la tutela e lo sviluppo della montagna costituiscano una voce importante del piano nazionale. Sono convinto che un’attenzione alle specificità e i bisogni dei territori sia una condizione indispensabile per garantire la ripartenza economica e la modernizzazione del nostro sistema. Oggi l’Italia ha una grande opportunità. E il merito è di questo Governo, che ha chiuso un ottimo accordo, e dell’Europa, che ha dimostrato il suo volto solidale e rilanciato le ragioni di un sempre maggiore processo di unificazione.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica