Referendum Vigili, Fosson: “Faremo tutti i percorsi possibili”

"Ora apriremo dei tavoli di confronto con lo Stato, ci muoveremo con la Commissione paritetica, perché bisogna scrivere una strada" dice Fosson
Alcuni mezzi dei Vigili del fuoco, schierati in occasione della cerimonia.
Politica

“Prendiamo atto del risultato e faremo tutti i percorsi possibili, pur continuando con il dialogo avviato“. E’ il commento del Presidente della Regione, Antonio Fosson, sul risultato del referendum dei Vigili del Fuoco. Il 97% dei votanti ha scelto di tornare sotto la gestione statale.

“Le loro rivendicazioni sull’aspetto pensionistico esistono e in questo senso il senatore Lanièce ha già presentato una proposta di legge che coinvolge anche i Forestali” ricorda Fosson.

“Ora apriremo dei tavoli di confronto con lo Stato, ci muoveremo con la Commissione paritetica, perché bisogna scrivere una strada” prosegue il Presidente della Regione ricordando la volontà di continuare a dialogare nel tavolo tecnico già istituito.

Sul rifiuto a svolgere il referendum nella Caserma, Fosson spiega: “Nessuno ha voluto boicottare l’iniziativa. E’ arrivata una richiesta a svolgere il referendum in orario di lavoro e la dirigente ha risposto che non essendo questa materia sindacale non era possibile”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica