Contenuto pubblicitario

A L’Atelier 26, l’esclusivo menù d’autunno colora la cucina francese tra tradizione e innovazione

Il ristorante di Saint-Christophe è pronto al “cambio di stagione”, con il nuovo menù autunnale. Tante le novità però “in tavola”, dai nuovi percorsi tra vino e cibo alla preparazione dello speciale menù per il Cenone di Capodanno.
L'Atelier 26 - Foto Arnica Design
Pubbliredazionali

L’autunno non porta con sé solo un deciso cambio di colori nella “palette” della natura, ma tutta una serie di gusti, sapori e aromi.

Un “cambio di stagione” che si sente anche a L’Atelier 26, il ristorante di Saint-Christophe, in località Gerandin 26, pronto a fare assaporare a tutti il suo nuovo menù autunnale.

Come sempre, a farla da padrone sono i prodotti e gli ingredienti freschi di stagione, scelti con cura dallo chef Regis Le Vouëdec, per colorare d’autunno la caratteristica principale del ristorante: proporre una versione moderna della grande tradizione culinaria francese che, appoggiandosi alla lunga storia gastronomica d’oltralpe, riesca a rendersi innovativa e attuale. In una parola, unica.

Nel nuovo menù, infatti, si passa dai piatti di terra come Les Joues de Porc Confites au Cumin o Le Boeuf en 3 Façons – la Tartare di manzo tagliato al coltello, tataki di manzo e manzo grigliato, impreziosito da un contorno di stagione –, passando a La Ballotine de Poulet Pané, pollo impanato ripieno con funghi, crema di comté e una purè di zucca butternut, per arrivare fino al mare con Les Rougets de Roche, quando le triglie di scoglio si legano alla fonduta di porri al combawa e alla rapa risottata.

Un sapientemixdi sapori che L’Atelier 26 mette in tavola anche a inizio pasto, dove ci si può “preparare” il palato con Le Velouté de Courge, Le Foie-Gras de Canard Mi-Cuit, Le Parmentier de Confit de Canard o ancora, tornando sul pesce, il gustoso Gravlax de Saumon in cui riecheggiano aromi del Nord Europa.

E per chiudere al meglio il pranzo o la cena, non c’è niente di meglio del “tocco finale” del ristornate di Saint-Christophe: L’Assiette de Fromages Français, La Tarte Bourdaloue, Le Cheesecake façon Fôret Noire, La Brioche Perdue oppure Le Crumble de Sarrasin aux Pommes.

I progetti de L’Atelier 26 tra cucina, esperienza e idee per l’inverno

Ma L’Atelier 26, come sempre, vuole regalare ai clienti un’esperienza unica. A fine ottobre e a fine novembre, infatti, il locale ha in programma una serata di degustazione che propone un menù fisso legato ad un percorso tra cibo e vino. Una piccola “iniziazione” ai vini francesi che impreziosiscono la cantina de L’Atelier 26, raccontati, descritti e assaggiati assieme ai piatti.

Per questo, L’Atelier 26 metterà in tavola le cinque portate del menù autunnale – due antipasti, un piatto di carne, formaggi e dolce –, ognuna delle quali vede selezionato un vino da abbinare appositamente.

Nel mezzo, un momento di discussione per scoprire il vino degustato, per coglierne i profumi e gli aromi ma poterne anche conoscere la storia, le caratteristiche, la regione ed il vitigno di provenienza ed il suo abbinamento con il piatto.

Il tutto, in attesa di dicembre, quando L’Atelier 26 preparerà un esclusivo menù, iniziando a raccogliere le prenotazioni per un Cenone di Capodanno tutto da scoprire.

Per informazioni
L’Atelier 26
Località Gerandin, 26

11020 Saint-Christophe (AO)

Tel: 0165 1892015
Cell: 371 4612848

Mail: latelier26@outlook.com

Visita il sito internet
Visita la pagina Facebook
Visita il profilo Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.